×

Usa, spray al peperoncino contro bambina di 9 anni: poliziotti sospesi

I poliziotti che hanno spruzzato spray urticante contro una bambina afroamericana di 9 anni sono stati sospesi.

usa-polizia-spray-al-peperoncino-contro-bambina
usa-polizia-spray-al-peperoncino-contro-bambina

Negli Usa nuovo episodio di violenza da parte della polizia che ha spruzzato spray al peperoncino contro una bambina di nove anni afroamericana. Gli agenti di polizia responsabili del gesto sono stati sospesi su richiesta della sindaca della città teatro dell’episodio.

Quello che è successo venerdì è stato semplicemente orribile e ha giustamente indignato tutta la nostra comunità“, ha affermato la donna.

Polizia: spray al peperoncino contro bambina

È accaduto a Rochester, una cittadina dello stato di New York. Dei video pubblicati su internet da parte degli agenti mostrano la polizia del posto che ammanetta e spruzza spray al peperoncino contro una bimba di nove anni di origini afroamericane. L’episodio appare ancora più cruento perché la piccola era in preda a una crisi psichiatrica e gli agenti si sono avventati contro di lei senza prestarle soccorso.

Non tende a placarsi la polemica americana che negli ultimi mesi ha visto centinaia di poliziotti andare contro cittadini afroamericani. A partire dall’episodio accaduto a Minneapolis ai danni di George Floyd che ha portato alla campagna di sensibilizzazione contro il razzismo denominata Black lives matter.

Una situazione che in questa occasione ha coinvolto anche una bambina. Nel video dell’ultimo arresto da parte della polizia americana si vede la bambina di nove anni in stato di alterazione che minacciava di uccidere sua madre e poi togliersi la vita.

Nelle immagini riprese dagli agenti si vedono questi che le mettono le manette e usano contro la giovane lo spray al peperoncino, cercando di farla salire in macchina.

A loro discolpa, i poliziotti coinvolto nell’accaduto hanno affermato di essere stati obbligati a usare le maniere forti per salvaguardare la propria incolumità e quella della bambina stessa. In seguito alla pubblicazione del video tanti si sono indignati per la mossa dei poliziotti. In particolare, la sindaca di Rochester, Lovely Warren, afroamericana, ha condannato il gesto e l’uso della violenza nel confronti della giovane. La prima cittadina ha inoltre annunciato che aprirà un’inchiesta interna contro l’accaduto.

Sono io stessa madre di una bambina di dieci anni e in quanto madre dico che questo video non è qualcosa che vogliamo vedere” – ha dichiarato Warren.

Messinese, classe 1993, laureata magistrale in "Media, comunicazione digitale e giornalismo” presso La Sapienza di Roma. Collabora con “Auralcrave”, “Che tv fa”, “Metropolitan Magazine”.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Maria Zanghì

Messinese, classe 1993, laureata magistrale in "Media, comunicazione digitale e giornalismo” presso La Sapienza di Roma. Collabora con “Auralcrave”, “Che tv fa”, “Metropolitan Magazine”.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora