×

Russia, 7 casi di influenza aviaria H5N8 nell’uomo: sono allevatori di polli

Sette persone sono risultate positive influenza aviaria H5N8: non si trasmetterebe da uomo a uomo.

influenza aviaria uomo

In Russia sette persone sono risultate positive influenza aviaria H5N8. È la prima volta in cui questa forma influenzale si registra nell’uomo. Tutte sono state contagiate dagli animali e stanno bene. Gli esperti tuttavia sono in allerta al fine di arginare il focolaio ed evitare eventuali mutazioni che potrebbero mettere a rischio l’essere umano.

L’influenza aviaria in Russia

A comunicare l’annuncio dei casi di positività all’influenza aviaria H5N8 è stata l’Agenzia di stampa russa TASS. “Gli scienziati del Vector Center hanno isolato il materiale genetico di questo tipo di influenza aviaria in sette lavoratori di un allevamento di pollame nel sud della Federazione Russa, dove è stato registrato un focolaio nella popolazione di uccelli nel dicembre 2020“, ha spiegato la dottoressa Anna Popova.

Gli esperti hanno precisato che l’infezione non si trasmette da uomo a uomo, ma “solo il tempo dirà quanto presto future mutazioni consentiranno di superare questa barriera“. “La scoperta di questo ceppo – aggiunge Popova – dà a tutti noi, al mondo intero, il tempo per prepararsi a possibili mutazioni e la possibilità di reagire in modo tempestivo, per mettere a punto sistemi di test e vaccini“.

I sintomi

I sintomi dell’influenza aviaria H5N8, in base a quanto riferito dall’Oms, sono febbre alta, tosse, dispnea e difficoltà respiratorie.

In alcuni casi si sono registrati anche diarrea, vomito, dolore addominale, perdita di sangue dal naso e dalle gengive, encefalite e dolore toracico. I pazienti con forme più gravi, invece, hanno sviluppato polmonite acuta, insufficienze respiratorie e multiorgano, shock settico ed infezioni batteriche secondarie.

Contents.media
Ultima ora