×

Germania sospende AstraZeneca: “Aumentano casi di trombosi dopo vaccino”

"Casi di trombosi dopo vaccino AstraZeneca sono superiori alle trombosi venose cerebrali che normalmente si verificano", spiega Paul Ehrlich Institut.

vaccino AstraZeneca sospeso Germania
vaccino AstraZeneca sospeso Germania

Mentre l’Ema sembra confermarne la possibilità di somministrazione, il vaccino AstraZeneca resta sospeso in Germania: un documento del Paul Ehrlich Institut spiega i motivi.

Vaccino AstraZeneca sospeso in Germania

La frequenza di casi di trombosi venosa cerebrale che si è verificata negli individui vaccinati è stata superiore a quella attesa nei non vaccinati.

La Germania ritiene quindi “non inverosimile” l’ipotetica correlazione tra i casi di trombosi e la somministrazione del vaccino AstraZeneca. Sono queste le valutazioni dell’Istituto Paul Ehrlich, l’Agenzia federale tedesca per i vaccini e altri medicinali. Le autorità sanitarie tedesche hanno così deciso di sospendere la somministrazione del vaccino AstraZeneca da lunedì 15 marzo. Tutti i lotti sono stati ritirati dall’intero territorio nazionale. Hanno seguito l’esempio tedesco anche Francia, Italia, Spagna e altri Paesi europei.

La decisione presa dalla Germania si basa su un rapporto del Paul Ehrlich Institute, che ha deciso di rendere pubbliche le sue valutazioni strutturate in FAQ.

“Una forma specifica di grave trombosi venosa cerebrale associata a deficit piastrinico (trombocitopenia) e sanguinamento è stata identificata in sette casi (al 15 marzo 2021) in associazione temporale con la vaccinazione con il vaccino COVID-19 AstraZeneca”, spiega il documento.

Questi sono casi sospetti di effetti collaterali molto gravi. Delle sette persone colpite, tre sono morte. È attualmente allo studio se esista una relazione causale tra la vaccinazione e la malattia”, si precisa. In risposta ai molti dubbi, si legge: “È vero che per le pillole anticoncezionali possono causare trombosi, anche con esito fatale. Ma si tratta di un effetto collaterale molto raro. La pillola anticoncezionale è disponibile solo su prescrizione medica. Ogni donna deve essere informata di questo rischio dal medico curante.

Per il vaccino Covid-19 AstraZeneca, esiste attualmente un sospetto effetto collaterale molto raro di trombosi della vena sinusale con conseguente carenza di piastrine, a volte fatale”.

Chi ha ricevuto AstraZeneca

A chi è stato già vaccinato con AstraZeneca, si precisa: “Sulla base dei casi sospetti segnalati fino ad oggi, le persone colpite hanno continuato ad accusare malessere e hanno avuto un aumento del mal di testa durante il periodo da quattro a 16 giorni dopo la vaccinazione con AstraZeneca COVID-19. La trombosi venosa cerebrale si è verificata in sette casi su 1,6 milioni di vaccinazioni, secondo le attuali conoscenze, quindi è molto rara”.

Il Paul-Ehrlich-Institut consiglia che “le persone che hanno ricevuto il vaccino AstraZeneca Covid-19 e continuano ad avvertire malessere crescente anche dopo più di quattro giorni dalla vaccinazione – con mal di testa gravi e persistenti o sanguinamento a livello cutaneo – dovrebbero consultare immediatamente un medico”.

Contents.media
Ultima ora