×

Commissione Ue, varato il blocco all’esportazione dei vaccini

Blocco nell'esportazione dei vaccini da parte della Commissione Ue. La scelta porta ad un accordo con Londra.

Commissione Ue blocco esportazione vaccini

La Commissione Ue prova a reagire con forza ai continui ritardi nella fornitura dei vaccini covid messi in atto dalle aziende farmaceutiche e per questo vara un blocco alle esportazione degli stessi. Nello specifico le domane verranno valutate caso per caso e seguiranno i principi della reciprocità e della proporzionalità con il fine ultimo di garantire una pronta immunità di gregge ai cittadini europei ed evitare che le richieste di export costituiscano una minaccia per l’approvvigionamento dei 27 Paesi.

Commissione Ue, blocco all’esportazione dei vaccini

Sotto specifico attacco da parte della Commissione Ue vi è sopratutto l’azienda anglo svedese AstraZeneca che avrebbe dovuto consegnare fin qui 120 milioni di dosi, ma al momento non ne ha recapitate nemmeno 30. A sottolineare le inadempienze è stato il vicepresidente della Commissione, Valdis Dombrovskis, che ha detto: “Siamo in ritardo, nonostante l’Ue sia uno dei centri della pandemia, è anche il più grande esportatore di vaccini.

Da quando abbiamo introdotto il sistema sull’export oltre dieci milioni di dosi sono state esportate dall’Ue al Regno Unito, zero dosi sono arrivate dal Regno Unito al blocco“.

Mentre i nostri Stati membri stanno affrontando la terza ondata di pandemia e non tutte le società stanno rispettando il proprio contratto – ha aggiunto la presidente della Commissione Ursula von der Leyenl’Ue è l’unico grande produttore Ocse che continua a esportare vaccini su larga scala in dozzine di Paesi.

Ma le strade aperte dovrebbero correre in entrambe le direzioni“. “L’Ue – ha aggiunto – dispone di un eccellente portafoglio di diversi vaccini e abbiamo assicurato dosi più che sufficienti per l’intera popolazione. Ma dobbiamo garantire consegne tempestive e sufficienti di vaccini ai cittadini dell’Ue. Ogni giorno conta”.

Accordo tra Bruxelles e Londra

La mossa della Commissione Ue sembra aver generato già i propri frutti. Nel corso della giornata di oggi, 24 marzo, è infatti arrivata la conferma dell’accordo tra Bruxelles e Londra che si impegnano a creare le condizioni per una soluzione vantaggiosa per entrambe le parti. “L’apertura e la cooperazione globale fra tutti in Paesi – si legge nel comunicato congiunto della Commissione e del governo britannico – saranno la chiave per superare definitivamente la pandemia e prepararsi meglio ad affrontare le future sfide”,

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Riccardo Castrichini

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora