×

Esther Bejarano, morta l’ultima donna dell’orchestra di Auschwitz: aveva 96 anni

Esther Bejarano era l'ultima donna dell'orchestra di Auschwitz e aveva 96 anni. Suonava il pianoforte e il suo talento le salvò la vita.

Esther Bejarano

Esther Bejarano era l’ultima donna dell’orchestra di Auschwitz e aveva 96 anni. Suonava il pianoforte e il suo talento le salvò la vita. Non essendo liberi posti da pianista, aveva imparato a suonare la fisarmonica.

Morta Esther Bejarano: aveva 96 anni

Esther Bejarano è morta nell’ospedale israelitico di Amburgo. Era sopravvissuta al campo di concentramento di Auschwitz, dove faceva parte dell’orchestra delle donne del campo. Aveva 96 anni e, come ha fatto sapere la sua amica Helga Obens, del Comitato internazionale di Auschwitz, “non ha sofferto“. Sono stati tanti i messaggi di cordoglio arrivati per la donna simbolo della lotta all’estrema destra e alla xenofobia. Esther Bejarano è nata il 15 dicembre 1924 a Saarlouis da una famiglia di musicisti di origine ebraica.

La sua famiglia è stata sterminata dai nazisti nel 1941, in Lituania. Lei è stata imprigionata e costretta ai lavori forzati. Nel 1943 è stata portata ad Auschwiz, ma il suo talento per la musica le ha salvato la vita. La donna è entrata a far parte dell’orchestra, dopo aver imparato a suonare la fisarmonica, visto che i posti per i pianisti non erano disponibili.

Morta Esther Bejarano: la vita dopo la guerra

Dopo la guerra Esther si è trasferita in Israele, per poi tornare in Germania con il marito e i figli nel 1960. Negli anni 80 ha creato un gruppo musicale con i figli e si esibiva interpretando dei brani appartenenti alla tradizione ebraica e delle canzoni anti-fasciste. Il gruppo recentemente aveva fatto un tour in Germania insieme alla banda rap Microphone Mafia. “Una voce determinante nel contrasto al razzismo e all’antisemitismo” ha dichiarato Heiko Maas, ministro degli Esteri tedesco, su Twitter.

Una donna forte, che ha dedicato la sua vita alla musica, che ad Auschwitz è stata la sua salvezza.

Morta Esther Bejarano: l’ultima preoccupazione

Negli ultimi anni Esther Bejarano aveva avuto delle forti preoccupazioni per l’ascesa dell’estrema destra e la nascita di movimenti neonazisti in Europa. A rivelarlo l’Anne Frank Education Centre. “Per coloro che hanno vissuto quelle cose è impossibile descrivere quanto è grave” aveva dichiarato nel 2014 in un intervista a Deutsche Welle. La donna si riferiva alla crescita di movimenti estremi contro l’immigrazione o anti-islamici, come AfD o Pegida, con grande indignazione e preoccupazione.

Contents.media
Ultima ora