Etienne Balibar a Mediterranea 2011 - Notizie.it
Etienne Balibar a Mediterranea 2011
Genova

Etienne Balibar a Mediterranea 2011

Torna la rassegna “Mediterranea, voci tra le sponde”, e resterà fino a marzo 2012 negli spazi di Palazzo Ducale. Giunta al suo terzo anno, è diventata un importante appuntamento internazionale. Un progetto che vede Genova e l’amministrazione comunale impegnate in circuiti relazionali per ricostruire un legame tra le città del Mediterraneo, un legame non solo culturale ma relativo lo sviluppo sostenibile, la ricerca, l’innovazione, la tutela ambientale. Nel Mediterraneo è nata la nostra storia ed è importante ancorarla al futuro, attraverso una nuova cultura intermediterranea fondata sulla reciproca conoscenza e sulla condivisione di beni comuni per favorire uno spazio comune di crescita, di integrazione, di pace. La letteratura, più della politica, ha raccontato le grandi trasformazioni culturali, la tragedia dei fondamentalismi e la quotidianità dell’oppressione. Per questo la terza edizione di “Mediterranea” ospita grandi scrittori e scrittrici che hanno anticipato le trasformazioni che stiamo vivendo, molto spesso pagando di persona la rottura dei conformismi e la denuncia dell’arroganza del potere.

Martedì 15 novembre dalle ore 17.30 alle ore 19.30, nella Sala Minor Consiglio, Etienne Balibar, professore emerito di Filosofia politica e morale presso l’Università di Paris-X, partecipa a “Mediterranea”.

Nato il 23 aprile l942 ad Avallon (Yonne) in Francia, ha studiato all’Ecole Normale Supérieure, conseguendo prima l’agrégation in filosofia, poi il dottorato presso la Katholieke Universiteit di Nijmegen. Tra le sue opere: Lire le Capital, (Maspéro, Paris, l965); Cinq Etudes du Matérialisme Historique, (Maspéro, Paris, l974); Spinoza et la politique, (PUF, Paris, l985); Race, Nation, Classe, (La Découverte, Paris, l988); Les frontières de la démocratie, (La Découverte, Paris, l992); La philosophie de Marx, (La Découverte, Paris, l993); La crainte des masses, (Galilée, Paris, l997).

Formato alla filosofia e all’analisi dei classici da Louis Althusser, Etienne Balibar ha partecipato per trent’anni al dibattito politico prima, fino al 1981, come militante del Partito Comunista Francese, poi all’interno di varie associazioni, come la Lega per i Diritti dell’Uomo, prendendo posizione, sulla stampa di sinistra, sugli eventi più importanti del nostro tempo. Balibar ritiene che la riflessione teorica sui concetti fondamentali della politica e gli interventi sull’attualità si incontrano nel segno di una concezione materialistica della storia.

I suoi più recenti interessi sono rivolti allo studio dei problemi della cittadinanza, dell’identità e sui caratteri della neo-xenofobia europea.

Introduce Sandro Mezzadra, Università di Bologna, in collaborazione con il Centro Studi Medì.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.