×

ETT presenta il nuovo singolo, “Invisibile”: “La mia reazione a una storia d’amore tossica”

La nuova canzone di ETT si intitola "Invisibile" e trova la sua ispirazione in un'esperienza personale. Lo racconta la giovane cantautrice nell'intervista.

ETT nuovo singolo Invisibile

Dinamica, intraprendente, eclettica, ama sperimentare e ha una passione per l’arte a 360 gradi: ETT si racconta nell’intervista e presenta il suo nuovo singolo, “Invisibile”. È la stella nascente del pop elettronico italiano, le sonorità pop si fondono con l’elettronica, mentre la voce raffinata della giovane cantautrice racconta la sensazione di “vuoto” che resta dopo aver chiuso una storia d’amore tossica, che si è tentato di salvare per troppo tempo, in cui l’altra persona la faceva sentire “invisibile”.

ETT presenta il suo nuovo singolo, “Invisibile”

Capita spesso di sentirsi poco valorizzati, magari scontati, lasciati ai margini di un rapporto che si rivela tossico, sbagliato, pericoloso. Un rapporto capace di annullare la propria persona, che fa soffrire e ti fa sentire vuoto, solo, in preda allo sconforto.

Per ETT, che si era già fatta notare nel corso del 2021 grazie ai brani “Comete”, “Origami” e “Lontano”, il nuovo singolo rappresenta una nuova e importante tappa del proprio percorso artistico e personale.

La giovane artista dimostra così di essere attualmente uno dei talenti più freschi e interessanti della nuova generazione.

A proposito di “Invisibile”, ha dichiarato: “I pezzi che sto scrivendo nell’ultimo periodo nascono da esperienze personali. Sto scavando dentro di me e prendo spunto da alcuni miei vissuti. Ho avuto una relazione tossica della quale ho deciso di parlare. Non si affronta spesso il tema dell’invisibilità, è qualcosa che viene spesso sottovalutato, ma sentirsi poco valorizzati ha delle pesanti ricadute a livello psicologico.

Ho scritto le prime strofe su un fazzoletto di carta, la prima cosa che mi è capitata tra le mani: ero a una festa e il mio dolore ha toccato l’apice”.

Scrivere si è rivelata una terapia eho dato voce alla mia sofferenza. Mi sono sentita oppressa e con la musica mi sono sfogata”. Quindi ha aggiunto: “Se le persone si riconoscono nei miei testi, ne sono contentissima. L’arte è condivisone e l’artista deve essere capace di scavare dentro di sé e portare fuori, affinché gli altri possano trovare rifugio.

Consiglio di non annullarsi mai, per nessuno. La propria identità è preziosa e va mantenuta: solo così ci si potrà circondare di persone che ci accettano per come siamo davvero e che ci vogliono davvero bene”.

ETT nuovo singolo Invisibile

La passione per l’arte

Non solo musica: ETT cerca di raccontarsi anche attraverso i suoi dipinti e artwork, rendendo il tutto più interpretabile e coinvolgente per coloro che la ascoltano.

Mi sono avvicinata all’arte in generale perché provavo un senso di inadeguatezza. Trovavo un rifugio nella ribellione e in tutto ciò che si discostava dal modello ideale di ragazza. Ho scelto l’arte, riflettendomi in tanti altri artisti. Ho scelto il liceo artistico e così ho sviluppato anche un lato più estetico, con disegni fatti con china e acquerello, firmandomi con ETT. La musica è stata una ricerca più lenta e il disegno mi ha aiutato a trovare anche un’identità sonora, ha spiegato.

ETT ha raccontato anche qualcosa in più su di sé, ricordando le sue origini greche e il suo spirito cosmopolita. “Mio papà e greco, ma i miei genitori si sono separati quando ero piccolissima e ho sempre vissuto con mia mamma a Trieste. Non ho avuto modo di approfondire la cultura greca, ma sono andata spesso in Grecia. Ogni volta che torno la sento mia. Sono sempre stata affascinata dalle altre culture e ho sempre cercato di farle mie. È successo per esempio con quella spagnola, quando ho vissuto a Granada e Almeria. Ho vissuto anche a Milano e Novara. Ora non mi sento appartenente a un particolare luogo. Viaggiando ho capito che abbracciare un’altra cultura è bellissimo, perché in realtà siamo tutti uniti. Nei miei sogni c’è un soggiorno di qualche mese in Grecia, magari per comporre un album e imparare bene la lingua”, ha confidato.

I prossimi progetti

ETT è il progetto di Gaya Misrachi, giovane cantautrice triestina di origine greca che si avvicina alla musica fin dalla giovane età. Nell’agosto del 2019 pubblica il suo primo brano inedito in italiano “Argento”, che desta l’interesse di pubblico e addetti ai lavori, permettendole così di essere selezionata tra i semifinalisti dell’edizione 2020 del Premio Buscaglione. Ad aprile 2021 esce “Comete”, prodotto da Big Fish, il primo singolo nato dalla collaborazione con il suo attuale team di lavoro composto da Doner Music, Arcade Boyz e M&P. Il 4 giugno dello stesso anno pubblica il suo secondo singolo, “Origami”, con cui si fa notare da Spotify ottenendo la copertina della playlist “Scuola Indie”.

ETT nuovo singolo Invisibile

Partecipa poi live al Mi Manchi/Mi Ami 2021. Il 15 settembre pubblica il singolo “Lontano” in collaborazione con Voodoo Kid. Nell’autunno 2021 entra a far parte del roster di Island (Universal Music Italia) e inizia a lavorare al suo primo album.

Non mancano i progetti futuri. Infatti, ETT ha svelato:Sto scrivendo nuove canzoni e non vedo l’ora di presentarle a chi mi ascolta. Ho bisogno di condividerle con le persone dopo aver scritto per tanti mesi”.

Contents.media
Ultima ora