×

Euro 2020 quarti di finale, Belgio-Italia 1-2: gli azzurri volano in semifinale

Grande festa in casa azzurra. La Nazionale italiana sbaraglia l'Allianz Stadium e approda in semifinale. Reti di Barella e Insigne. Per il Belgio Lukaku.

Euro 2020 Belgio Italia
Euro 2020 Belgio Italia

L’Allianz stadium di Monaco di Baviera è stato espugnato e si tinge finalmente di azzurro. Con una vittoria sofferta l’Italia si è conquistata un posto meritato in semifinale grazie alle reti di Barella e Insigne. Per i diavoli rossi ha segnato invece Lukaku su calcio di rigore sul finire del primo tempo.

L’Italia è giunta fin qui facendo un percorso a dir poco straordinario subendo due sole reti. Degno di nota anche il cammino della squadra belga che come gli azzurri ha vinto 14 sfide di fila. La posta in gioco messa in palio è stata altissima. Con questo importante trionfo l’Italia ha mantenuto il record di imbattibilità del torneo.

Euro 2020 Belgio Italia, il secondo tempo

Il secondo tempo è ripreso senza nessun cambio dalla panchina dell’Italia.

Buon inizio degli azzurri che collezionano una serie di calci d’angolo. Al 52esimo Chiesa fa un primo tentativo, ma Immobile non riesce a concludere l’azione. Al 57esimo la situazione in campo si fa incandescente. Jorginho finisce a terra proprio mentre si trova in area. Nonostante le proteste l’arbitro lascia proseguire. Al 61esimo nuovo spavento per l’Italia con Lukaku che cerca il pareggio. La palla viene tuttavia fermata sul secondo palo.

Una nuova occasione arriva al 7oesimo minuto, ma Donnarumma si fa trovare pronto.

Proprio sull’ultimo frangente sia dalla parte del Belgio che dell’Italia è arrivata una serie di cambi. Per il Belgio sono usciti fuori Tielemans e Meunier, Dentro Mertens e Chadli che viene però sostituito dopo pochissimi minuti da Praet per infortunio.

Anche nello schieramento azzurro ci sono stati dei cambi: in campo sono entrati Belotti e Cristante al posto di Immobile e Verratti.

Fuori anche Spinazzola che esce in lacrime per infortunio sostituito da Emerson. Esce anche Insigne ed entra in campo Berardi.

All’82esimo nuova occasione per il Belgio che cerca ancora una volta il pareggio. Sul finire della partita c’è ancora una nuova preoccupazione per la panchina azzurra. Malore per Lele Oriali che fortunatamente è stato subito soccorso. Gli ultimi cinque minuti di Belgio-Italia sono particolarmente sofferenti. Berardi viene ammonito al 90esimo, quindi l’ultima sostituzione di Mancini che chiama fuori Chiesa e fa entrare Toloi.

Euro 2020 Belgio Italia, il primo tempo

La partita è iniziata in modo equilibrato. Entrambe le squadre si sono fatte subito minacciose. In particolare nel primo minuto del match Lukaku si è fatto particolarmente pericoloso. Sicura però la presa di Gigi Donnarumma. Al 12esimo minuto gli azzurri sfiorano il vantaggio con la prima rete di Bonucci che è stata annullata per fuorigioco. Nel giro di pochi minuti sono arrivate le ammonizioni di Verratti e Tielemans con il cartellino giallo che è stato inflitto rispettivamente al 19esimo e al 21esimo minuto. Al 31esimo dalla panchina azzurra si è sollevata una grande festa. Barella ha firmato la prima rete portando così l’Italia in vantaggio. Gli azzurri hanno poi raddoppiato sul finire del primo tempo con la rete di Lorenzo Insigne. Il momento di gioia viene tuttavia rovinato poco dopo con il gol di Lukaku firmato su calcio di rigore.

Euro 2020 Belgio Italia, torneo finito per Spinazzola

Se in casa azzurra ora si festeggia, dall’altra parte si dovrà fare i conti con l’importante perdita di Spinazzola che ha concluso la sua avventura a Euro 2020. Il terzino ha dovuto infatti abbandonare il campo dopo essersi accasciato. Particolarmente straziante il momento nel quale è stato evidente che per lui non ci sarebbe stato nulla da fare: il giocatore è uscito dal campo in lacrime. Non sarebbe ancora stata resa nota l’entità dell’infortunio né la tipologia di danno. Si ipotizza possa trattarsi di infortunio al ginocchio o al flessore.

Euro 2020 Belgio Italia, entrambe le squadre si sono inginocchiate

Come annunciato qualche giorno fa in una nota diramata da FIGC, l’Italia si è inginocchiata, così come il Belgio. “Come ha spiegato Giorgio Chiellini, la squadra si inginocchierà per solidarietà con gli avversari e non per la campagna in sé, che non condividiamo. I giocatori austriaci non si sono inginocchiati e i nostri sono rimasti in piedi. Se quelli del Belgio lo faranno, anche i nostri saranno solidali con loro”, le parole del comunicato che hanno spiegato le motivazioni che hanno portato a prendere questa scelta.

Euro 2020 Belgio Italia, le formazioni ufficiali

Ecco quali sono state le formazioni che sono scese in campo alle ore 21:

  • BELGIO (3-4-2-1): Courtois; Alderweireld, Vermaelen, Vertonghen; Meunier, Tielemans, Witsel, T. Hazard; Doku, De Bruyne; Lukaku
    ITALIA (4-3-3): Donnarruma; Di Lorenzo, Chiellini, Bonucci, Spinazzola; Barella, Jorginho, Verratti; Chiesa, Immobile, Insigne

Euro 2020 Belgio Italia, il Capitano Chiellini è titolare

La Nazionale azzurra si è presentata allo stadio con diversi giocatori che hanno recuperato la loro forma fisica. Tra questi si segnalano Giorgio Chiellini e Alessandro Florenzi. In particolare la presenza di Giorgio Chiellini avrebbe fatto destare più di qualche dubbio nel CT Mancini che, stando a quanto appreso, si sarebbe preso del tempo prima di riflettere sul da farsi. Fino al giorno prima del match il capitano azzurro avrebbe infatti accusato qualche fastidio. Ad ogni modo qualsiasi eventuale dubbio è stato sciolto nel corso della riunione tecnica della Nazionale.

Euro 2020 Belgio Italia, giovinezza o esperienza?

In campo abbiamo. visto due squadre dalle identità differenti a cominciare dall’età media delle due rose ovvero 27 per gli azzurri e 30 per i belgi. In particolare quest’ultima squadra è arrivata agli europei del 2020 con la rosa “più anziana” del torneo. Se quindi la nazionale italiana ha potuto contare su forze “più fresche”, i diavoli rossi hanno potuto fare leva su giocatori esperti come Mertens e Lukaku. Ed è proprio quest’ultimo che risulta essere uno dei giocatori con le maggiori presenze della squadra avversaria avendo ormai raggiunto quota 98 partite in nazionale.

Per l’Italia invece gli unici giocatori appartenenti alla “vecchia guardia” e quindi con il più alto numero di presenze risultano essere Bonucci e Chiellini. Entrambi hanno segnato 217 presenze in maglia azzurra. Segue poi Ciro Immobile ha giocato con la maglia azzurra in 50 partite.

Euro 2020 Belgio Italia, Mancini: “Ho grande rispetto del Belgio”

Durante la conferenza stampa della vigilia, il commissario tecnico dell’Italia Roberto Mancini ha fatto un’ampia analisi della squadra che si è trovato di fronte. In particolare ha messo in evidenza come il Belgio sia una delle squadre più forti a livello europeo: “Affrontiamo la miglior squadra in Europa insieme alla Francia, se sono in testa è perché hanno fatto bene ma cercheremo di vincerla. Ho grande rispetto del Belgio ma dovremo fare il nostro gioco e vedere quello che accadrà. Con Martinez ci siamo incontrati tante volte e ora il Belgio con la Francia è forse la miglior squadra al mondo: ci sono dei giocatori straordinari e cercheremo di vincerla“.

Non è mancata inoltre una riflessione sul percorso fatto dall’Italia fin qui: “Ogni gara ti può rendere più forte se riesci a tirare fuori le cose in cui sei migliorato. Abbiamo sofferto ma abbiamo fatto 26 tiri in porta. Sono stati momenti difficili ma alla fine abbiamo vinto con merito. Non esistono gare semplici. L’Europeo ci insegna questo, squadre fortissime hanno sofferto“.

Euro 2020 Belgio Italia, le parole del CT azzurro nel dopo partita

Intanto il commissario tecnico della Nazionale Roberto Mancini davanti ai microfoni della Rai si è complimentato con i giocatori per il risultato raggiunto: “Abbiamo meritato di vincere, i ragazzi sono stati straordinari nel gioco. Gli ultimi dieci minuti abbiamo sofferto perché eravamo veramente stanchi, potevamo anche fare qualche gol in più. Sofferenza all’inizio? No. Era una partita aperta, la sofferenza è stata un po’ alla fine perché avevamo speso tanto”.

Ha poi dedicato un piccolo momento di riflessione sulla semifinale dove ad attendere la squadra ci sarà la Spagna: “Non avevamo un risultato minimo, siamo partiti per fare il massimo. La strada è ancora lunga, vedremo cosa accadrà […] godiamoci questa vittoria, poi ci pensiamo. Complimenti ai ragazzi, sono stati bravissimi”.

Rispondendo ai giornalisti ha frenato gli entusiasmi su una possibile vittoria. Per il CT il pensiero sono ora gli iberici: “Come il 2006? Lì hanno vinto il Mondiale, stiamo calmi. Con la Spagna sarà durissima, sono una grande squadra. Oggi i ragazzi sono stati stupendi”.

Infine su Spinazzola ha dichiarato: “Speriamo che non sia grave, ma la dinamica dell’incidente non è bellissima”.

Contents.media
Ultima ora