×

Euro 2020, la Nazionale italiana da Draghi: ”Siamo orgogliosi di voi”

Il presidente Draghi ha ricevuto la Nazionale italiana e il tennista Matteo Berrettini all'indomani delle finali di Wembley e Wimbledon.

Draghi incontra l’Italia dopo la vittoria di Euro 2020

All’indomani della vittoria contro l’Inghilterra a Wembley, la Nazionale italiana è stata ricevuta al Quirinale dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Durante la cerimonia, il capitano Giorgio Chiellini ha dedicato il successo della finale di Euro 2020 a Davide Astori, il calciatore della Fiorentina scomparso nel 2018.

Presente al Colle anche Matteo Berrettini, finalista al Torneo di Wimbledon.

Nazionale al Quirinale, le parole di Mattarella

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha omaggiato la formazione italiana di calcio per la conquista di Euro 2020. Un messaggio di Mattarella è rivolto anche a Davide Astori, calciatore scomparso a causa di un malore durante una trasferta e che ha avuto modo anche di giocare con la maglia della Nazionale. “Avete pienamente meritato questo trofeo e questo titolo.

Un ringraziamento veramente a tutti voi per quello che avete fatto. Ieri sera è stato un momento veramente bello, avete fatto gioire i tantissimi tifosi italiani sparsi nel mondo” ha commentato Mattarella.

Il capo dello Stato ha voluto ringraziare tutti i presenti alla spedizione azzurra che hanno regalato il secondo europeo agli italiani dopo quello del 1968. Parole toccanti per tutti, nessuno escluso, quelle rivolte da Mattarella. Il presidente ha seguito dal vivo il gruppo a Londra e ha gioito insieme ai tifosi, pochi rispetto alla marea inglese, presenti a ”Wembley”.

Nazionale al Quirinale, il commento di Chiellini

Giorgio Chiellini, in qualità di capitano dell’Italia, ha voluto omaggiare il compagno mai dimenticato Davide Astori. “A lui tutti noi dedichiamo la vittoria, così come ai tanti italiani che ci hanno seguito e supportato. Avremmo voluto Davide qui con noi per gioire insieme, è sempre nei nostri cuori. Questo è un successo del gruppo che anche durante le difficoltà si è sostenuto l’uno con l’altro” ha dichiarato il difensore della Nazionale italiana.

Chiellini si rivolge anche al tennista Matteo Berrettini a cui sono stati rivolti tantissimi complimenti per il traguardo della finale di Wimbledon raggiunta: mai nessun italiano era riuscito in questa impresa. “Matteo abbiamo tifato per te come se fossi un fratello, non smettere di sognare. Noi ci siamo sentiti fratelli d’Italia” ha continuato Chiellini nel suo discorso davanti all’intero collettivo azzurro.

Nazionale al Quirinale, parla Mancini

C’è spazio anche per un commento del commissario tecnico Roberto Mancini. Il ct della Nazionale si è detto orgoglioso di partecipare a questa manifestazione che arriva il giorno dopo la vittoria di Euro 2020. “Non nascondo la nostra soddisfazione, il successo dimostra che se credi in quel che fai puoi inserire i sogni che a prima vista sembrano incredibili. Grandissimi complimenti anche a Berrettini, siamo sicuri che tornerà a Wimbledon per vincere lo Slam che tanto desidera” ha dichiarato Mancini dal Quirinale.

Nazionale al Quirinale, il commento di Gravina e Malagò

Il presidente della FIGC, Gabriele Gravina, ha fatto parte della spedizione azzurra ed esultato insieme ai giocatori dopo la fine dei calci di rigore. “Ieri la gara sofferta ci ha permesso di alzare un trofeo che mancava da 53 anni. L’Italia ha mostrato una grande bellezza nel gioco e nell’amicizia” ha dichiarato Gravina. Sulla stessa lunghezza d’onda anche Giovanni Malagò, presidente del CONI. “Una soddisfazione immensa che ci ha reso orgogliosi di essere italiani. Grazie ai calciatori e anche a Matteo Berrettini, siamo fieri di voi” ha concluso Malagò. Dopo la cerimonia il momento è stato immortalato con un’immagine con tanto di coppa in bella mostra: tutti insieme dopo il grande obiettivo raggiunto ad Euro 2020.

Nazionale incontra Draghi, le parole del premier

Intanto anche il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha rivolto i complimenti all’Italia per la conquista del secondo europeo della sua storia. Gli azzurri hanno prima avuto un incontro con Mattarella e successivamente un altro con Draghi a Palazzo Chigi: nel tragitto la Nazionale è stata bloccata dai tifosi che hanno invaso le strade della Capitale per rendere omaggio ai nuovi campioni d’Europa.

Il presidente Draghi ha accolto la squadra e anche Matteo Berrettini. “I vostri successi sono stati straordinari, ci avete reso orgogliosi di essere uniti. Siete entrati nella storia e siete certamente un modello da seguire” ha dichiarato Draghi rivolgendosi a tutti gli sportivi presenti durante l’incontro.

Contents.media
Ultima ora