> > F1 in lutto: morto Mauro Forghieri, artefice dei successi della Ferrari

F1 in lutto: morto Mauro Forghieri, artefice dei successi della Ferrari

morto Mauro Forghieri

Muore l'ngegnere Mauro Forghieri, progettista di auto di F1: aveva vinto 7 titoli costruttori.

La Ferrari, oggi, è in lutto.

Muore, all’età di 87 anni, Mauro Forghieri, lo storico ingegnere e progettista di auto di Formula 1. In attività dal 1962 al 1971 e poi dal 1973 al 1984. Vincitore di 7 titoli costruttori, ha progettato le auto su cui ha vinto i titoli mondiali il pilota Niki Lauda.

F1 in lutto, morto Mauro Forghieri, artefice dei successi della Ferrari: la storia

Mauro Forghieri è stato un nome celebre e un volto noto in Ferrari, grazie al lavoro svolto per la Formula 1.

Fu nominato, come ingegnere, da Enzo Ferrari in persona. Gli anni ’70, periodo in cui si spese per il team Maranello, lo hanno visto contribure ai successi di Niki Lauda e Jody Scheckter, grazie alla progettazione di velocissime monoposto della serie 312.

Forghieri era un ingegnere meccanico di professione e legò la sua carriera soprattutto alla Ferrari. Il rapporto con il team Maranello iniziò ufficialmente nel 1959, non appena conseguì la laurea presso l’università di Bologna, portando il progetto di un motore bicilindrico piatto.

Fu Gian Paolo Dallara, sulle prime, ad assumerlo in Ferrari, diretto da Carlo Chiti. Mentre Dallara progettava i telai, Forghieri sviluppava i motori. 

La chiamata da parte di Enzo Ferrari

Alla fine del 1961, quando Dallara passò alla Maserati, Forghieri fu invece chiamato direttamente da Enzo Ferrari che volle fargli ricoprire il ruolo di Responsabile del Reparto Tecnico per le vetture da corsa, incentrandosi sulla Formula 1 e sulle auto appartenenti alla categoria Sport Prototipo. 

La Ferrari, con lui alla guida, ha portato a casa ben 54 Gran Premi iridati, 4 titoli mondiali piloti e altri 7 titoli mondiali costruttori.

Nell’84, per colpa di alcun contrasti nati dopo la ristrutturazione della squadra corse che promuoveva la Fiat, Forghieri decise di dare le dimissioni. Da lì in poi si dedicò alla progettazione di alcuni prototipi, occupando l’ufficio Ricerche e studi avanzati della Ferrari. 

Negli anni ’90, invece, lavorò anche per Lamborghini e Bugatti. Nel ’94, poi, fu convocato come esperto a testimoniare relativamente al processo indetto per la morte del campione Ayrton Senna. 

Muore, a 87 anni, nella sua cara Modena.