×

Fabrizio Corona interrogato dai pm dopo denuncia della Moric

Fabrizio Corona è stato interrogato dai pm dopo la denuncia di Nina Moric a causa del mancato pagamento per il mantenimento del figlio.

default featured image 3 1200x900 768x576

Fabrizio Corona è stato interrogato per tre ore dal pm di Milano, Luca Gaglio. Corona, infatti, aveva chiesto di essere ascoltato dopo la denuncia dell’ex moglie, Nina Moric, per il mancato pagamento per il mantenimento del figlio. In particolare, la querela era stata presentata circa un anno fa dall’avvocato della top model croata, il legale Solange Marchignoli.

Dal canto suo, l’avvocato dell’ex re dei paparazzi ha dichiarato che la vicenda è stata chiarita, dopo che era stato lo stesso Corona a chiedere di essere ascoltato.

Fabrizio Corona interrogato

L’ex re dei paparazzi, Fabrizio Corona, è stato interrogato per circa tre ore dal pm di Milano, Luca Gaglio, nell’ambito del fascicolo che era stato aperto dopo la denuncia dell’ex moglie, Nina Moric, per il mancato pagamento degli assegni di mantenimento del figlio Carlos.

Secondo quanto è emerso, la denuncia era stata presentata circa un anno fa da parte del legale della modella croata, Solange Marchignoli. Corona, in particolare, avrebbe dato all’ex moglie un assegno di circa quindicimila euro proveniente direttamente dal conto corrente della società di organizzazione eventi “La Fenice”, già in liquidazione. Il debito nei confronti del figlio, che nel frattempo è stato affidato alla nonna paterna, ammonta a circa centomila euro.

Dal canto suo, il legale di Fabrizio Corona, Ivano Chiesa, ha spiegato che adesso è stato chiarito tutto, ribadendo che è stato lo stesso Corona a chiedere di essere interrogato.

Il legale ha poi aggiunto che in questo momento l’ex re dei paparazzi ha ben altre cose più importanti a cui pensare. Corona, infatti, dovrà comparire in aula davanti ai giudici della Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Milano, che avranno il compito di decidere se confiscare i circa 2,6 milioni di euro che in parte erano stati trovati in un controsoffitto e in parte in Austria.

Denaro che successivamente è stato sequestrato.

La sentenza

Lo scorso mese di giugno, Fabrizio Corona era stato condannato ad un anno da parte del Tribunale di Milano. In quella occasione, il pm aveva chiesto cinque anni di carcere. Ma sono cadute le accuse di intestazione fittizia dei beni in relazione ai soldi in contanti ritrovati e di violazione delle norme patrimoniali sulle misure di prevenzione. Corona è stato condannato solamente per il reato di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. Condannata invece a tre mesi la collaboratrice di Corona, Francesca Persi, che aveva aiutato l’ex re dei paparazzi a nascondere parte del denaro in un controsoffitto.

Nel corso di questo nuovo processo che vede sempre lo stesso Corona coinvolto, i giudici avranno il compito di decidere se quei famosi 2,6 milioni di euro ritrovati e sequestrati saranno definitivamente confiscati oppure no. Nel frattempo, comunque, è stata chiarita anche la questione relativa alla denuncia dell’ex moglie Nina Moric, che lo aveva denunciato per il mancato pagamento per il mantenimento del figlio.

Contents.media
Ultima ora