Fabrizio Frizzi: una strada con il suo nome a Roma
Fabrizio Frizzi: una strada con il suo nome a Roma
Roma

Fabrizio Frizzi: una strada con il suo nome a Roma

fabrizio frizzi

Normalmente, questo tipo di operazione richiede almeno dieci anni per andare in porto.

La città di Roma dedicherà una sua strada all’amatissimo Fabrizio Frizzi. Il Consiglio Comunale della nostra Capitale ha deciso di approvare la proposta presentata da Fratelli d’Italia e dalla lista Con Giorgia Meloni. Si tratta di un evento straordinario. Normalmente, infatti, questo procedimento che ha il suo compimento dopo almeno dieci anni. Ma in questo caso le tempistiche si sono velocizzate molto. Il sindaco Virginia Raggi e la Giunta dovranno scegliere il luogo per l’intitolazione.

Fabrizio Frizzi strada Roma

L’impatto di Fabrizio Frizzi, e della sua triste morte, hanno creato una reazione senza precedenti. Infatti, presto ci sarà una strada dedicata all’amatissimo conduttore televisivo. Il Consiglio Comunale ha deciso di approvare senza esito la proposta che è stata fatta da Fratelli d’Italia e dalla lista Con Giorgia Meloni. Presso l’assemblea c’è stata l’unanimità su questa decisione (30 voti favorevoli). Adesso, spetta al sindaco Virginia Raggi e alla Giunta stabilire l’esatta ubicazione per l’intitolazione a Fabrizio Frizzi.

Si tratta di un procedimento che nella norma dura almeno dieci anni. Ma in questo caso, restringendo enormemente i tempi, si tratta di qualcosa di straordinario.

Gli esponenti di Fdi Fabrizio Ghera capogruppo in Campidoglio, i consiglieri comunali Andrea De Priamo, Maurizio Politi, Francesco Figliomeni e Rachele Mussolini della lista civica Con Giorgia Meloni hanno dichiarato in una nota congiunta: “Esprimiamo viva soddisfazione. La mozione ha ricevuto il voto favorevole di tutte le forze politiche e prevede di applicare la deroga ai dieci anni dalla scomparsa come previsto per le persone benemerite quale senza dubbio è stato Fabrizio Frizzi. Un grande uomo di spettacolo e ancor più un grande uomo di solidarietà al quale tutti i romani e gli italiani hanno tributato un enorme affetto in occasione della sua prematura scomparsa”.

Fabrizio Frizzi

A causare la morte di Fabrizio Frizzi è stata un’emorragia cerebrale. Lo scorso 23 ottobre, un’ischemia gli aveva causato un malore mentre stava registrando una puntata de L’Eredità.

Prontamente, è stato ricoverato al Policlinico Umberto I di Roma. Qui è stato sottoposto ad una TAC, che escluse complicazioni. Dopo pochi giorni, è stato rimandato a casa. Il 15 dicembre era tornato a condurre L’Eredità, dopo essere stato momentaneamente sostituito da Carlo Conti. Da quel momento, Fabrizio Frizzi era in terapia. Sull’andamento di essa, non aveva voluto diffondere molti particolari. Aveva detto che era un cammino molto in salita. Nonostante ciò, era riuscito a riprendere il suo posto in tv, svolgendo come lui sapeva il proprio mestiere. Aveva dichiarato: “Tra un mese, o forse un po’ di più, saprò come vanno le cure. I medici ogni tanto mi danno buone notizie. Ma dosano bene le parole”.

Fabrizio Frizzi credeva nel successo della terapia. La ricerca medica lo stava aiutando molto. Ed erano in molti a fare il tifo per lui. Era amato da tutti i telespettatori. Si è sempre distinto con serietà e simpatia nella conduzione di programmi come L’Eredità, lo storico Scommettiamo Che, I Soliti Ignoti, Miss Italia, Cominciamo Bene, Tutti a Scuola.

Molti, poi, lo ricordano come doppiatore. È stato proprio Fabrizio Frizzi a dare voce, nella versione italiana, al personaggio di Woody nei film di Toy Story. È attualmente in lavorazione il quarto capitolo di quella che è ormai diventata una saga. Chi raccoglierà il testimone, non avrà certo un compito facile.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche