×

Famiglia intossicata da mandragora scambiata per borragine: 5 ricoverati a Palermo

Tre bambini e i due genitori sono stati ricoverati a Palermo: la famiglia è stata intossicata a causa della mandragora.

Famiglia intossicata per la mandragora

Una famiglia composta da marito, moglie e tre bambini è rimasta intossicata a causa di alcune foglie di mandragora. Secondo quanto riportato dal Giornale di Sicilia, il nucleo familiare sarebbe stato avvelenato dopo averla mangiata. 

Famiglia intossicata a Palermo 

Il più piccolo dei bambini ha soltanto tre anni.

La famiglia abita Palermo ormai da tempo. I cinque appartamenti al nucleo familiare sono giunti in ospedale e hanno ricevuto subito le prime cure del caso. I medici hanno immediatamente somministrato l’antidoto, come da profilassi. 

Famiglia intossicata in Sicilia

Le persone si trovano negli ospedali Civico, Di Cristina e Policlinico. Dal racconto dei familiari la mandragora sarebbe stata acquistata erroneamente nel mercato di Ballarò: pensavano che fosse borragine.

Famiglia intossicata, le condizioni

Fonti sanitarie avrebbero parlato dei genitori come delle persone più gravi. Le loro condizioni si sarebbero per fortuna stabilizzate grazie all’antidoto. Al momento sarebbero sotto osservazione medica.

A tal proposito la mandragora è stata indicata come una pianta che si può confondere con altre commestibili. Purtroppo, invece, causa l’intossicazione e necessita di un antidoto. I sintomi più frequenti, tra cui anche allucinazioni, hanno infatti allarmato la famiglia che ha chiamato i soccorsi. 

Una famiglia di sei persone è rimasta intossicata a causa del monossido di carbonio a Chiari, in provincia di Brescia.

Secondo quanto riportato dal sito Primabrescia.it, la vicenda è accaduta lo scorso mese di aprile, precisamente all’interno di un’abitazione di via San Sebastiano. Le persone all’interno della casa sono quattro figli e i due genitori, tutti soccorsi dal personale sanitario: sul posto anche i vigili del fuoco e i carabinieri. I bambini sono stati trasferiti al pronto soccorso pediatrico, i genitori presso l’ospedale Civile. 

Nove membri della stessa famiglia sono invece morti per un’intossicazione alimentare.

Per far luce sull’accaduto è stata aperta un’indagine da parte degli inquirenti: la causa del decesso sembra sia da individuare nei noodles fatti in casa con farina di grano fermentato e successivamente conservati nel congelatore per più di un anno prima di essere consumati. La notizia arriva da Jixi, città che si trova in Cina, dove 12 familiari si erano riuniti per fare colazione insieme. Solo tre bambini non hanno assaggiato il piatto di noodles: sono loro gli unici a non avere avvertito alcun malessere. 

Contents.media
Ultima ora