Fantasie maculate per Ilary Blasi: il look divide la rete | Notizie.it
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Fantasie maculate per Ilary Blasi: il look divide la rete
Lifestyle

Fantasie maculate per Ilary Blasi: il look divide la rete

Ilary Blasi
Ilary Blasi

Look animalier e vestito leopardato: lo stile della padrona di casa del Gf Vip divide il web e sui social si scatenano commenti contrastanti

L’animalier è tornato sulle passerelle e le fantasie maculate saranno la tendenza moda più sexy, audace e graffiante per la stagione primavera/estate 2018. Una stagione fatta di stampe leopardate, motivi zebrati, effetti cocco e pitone à gogo. La moda di stagione punta sul minimalismo e su motivi che replicano i pellami più esotici e vuole le donne più feline e aggressive. Le fantasie leopardate si mescolano con le righe rosse e nere o sono evocate attraverso lavorazioni tono su tono di tessuti impalpabili. Inoltre, sono perfette per capispalla dalla personalità decisa. Si torna a sfoggiare richiami di leopardi, tigri, leoni e zebre. Lo sa bene Ilary Blasi, che ha scelto un look tutto leopardato per la seconda puntata del Grande Fratello Vip. Dopo le critiche sullo stile rivoluzionario sfoggiato alla prima del reality, il web si è diviso di nuovo nel commentare l’outfit della seconda serata.

Critiche sul look di Ilary Blasi

“Solo la Blasi riesce a essere una gnocca da paura anche con quello straccio di leopardo morto addosso”, ha scritto qualche utente su Twitter.

E ancora: “Ilary Blasi stasera sembra la gemella della Marini e non è un complimento”, ha da ridire qualcun altro accanto a chi nota qualche presunto ritocchino sul viso. “Assomiglia ogni giorni di più al Ken umano”, è l’ironia di poco gusto di qualche altro internauta. Ma altri ancora rivendicano: “Anche stasera Ilary Blasi è di una bellezza sconvolgente“.

Ilary Blasi
© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Asia Angaroni
Asia Angaroni 1445 Articoli
Leva 1996, varesotta di nascita milanese di adozione. Dall’amore per la stampa e la verità alla laurea in Comunicazione. Amante della letteratura e dell’arte, alla ricerca costante di sapienza e cultura. Appassionata di cronaca sportiva e di inchieste, desiderosa di fare della parola il proprio futuro.