Far bollire i pomodori spagnoli: istruzioni | Notizie.it
Far bollire i pomodori spagnoli: istruzioni
Lifestyle

Far bollire i pomodori spagnoli: istruzioni

La Spagna ha storicamente celebrato il pomodoro, in cucina e nella sua cultura. Il consumo pro capite di pomodoro in Spagna ha raggiunto quasi 85 libbre nel 2010. La Tomatina, una festa che coinvolge migliaia di partecipanti che lanciano 4.000 tonnellate di pomodori maturi per le strade di Bunol, si tiene l’ultimo Mercoledì di agosto di ogni anno. Le coltivazioni di pomodoro autoctone della Spagna sono padrona, daniela e raf, che variano nel sapore da aspro e dolce a piccante e tannico. I pomodori sono naturalmente fragili e rispondere meglio all’ebollizione se prima vengono sbollentati per rimuoverne la pelle, e in seguito riscaldati.
COME FARE: Tagliare al centro i pomodori con uno strumento di carotaggio o un coltello da cucina. Fare due piccole incisioni a forma di una “x” alla base del pomodoro.
Riempire un mezzo contenitore d’acqua e mezzo di ghiaccio. Posizionare una casseruola di 6-qt.con 4 1/2 qt.

di acqua a fuoco alto e portare ad ebollizione.
Aggiungere i pomodori a quell’acqua bollente uno alla volta e toglierli con un mestolo forato dopo 15 secondi. Mettere i pomodori nel bagno di ghiaccio dopo la rimozione. Lasciare che l’acqua torni ad ebollizione prima di aggiungere un altro pomodoro.
Sbucciare la pelle dal pomodoro a partire dalla incisione a forma di “x”. La pelle verrà via in strisce di grandi dimensioni.
Taglia i pomodori secondo le preparazioni o le ricette che si intendono fare. Aggiungere acqua dolce al piatto e far tornare a bollire.
Aggiungere i pomodori tagliati a cubetti e far bollire fino a quando il tutto è riscaldato o, comunque, circa 1-2 minuti. I pomodori sono fragili e non tengono bene per lunghi periodi di tempo alle temperature di ebollizione. Fermare la cottura quando i pomodori sono appena riscaldati così da preservare il loro contenuto di nutrienti e proprietà estetiche.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche