Fausto Brizzi, procura di Roma apre indagine per molestie
Fausto Brizzi, procura di Roma apre indagine per molestie
Cronaca

Fausto Brizzi, procura di Roma apre indagine per molestie

fausto brizzi

Nuove accuse di molestie per il regista Fausto Brizzi. La procura di Roma ha deciso di aprire un indagine per far luce sul caso

Fausto Brizzi è stato, nuovamente, accusato di aver mosso molestie sessuali. Stavolta, però, la procura ha deciso di avviare un’indagine per far luce su quanto sia davvero successo. È da quando è scoppiato il caso Weinstein che il regista viene accusato. In particolare, Clarissa Marchese ha denunciato le sue presunte molestie quando è stata ospite da Barbara D’Urso. Accuse che lui ha sempre negato. Fausto Brizzi è sempre stato supportato anche dalla moglie, l’attrice Claudia Zanella.

Fausto Brizzi indagine

Nuovi sviluppi sul caso di Fausto Brizzi, regista cinematografico accusato di molestie. Le prime denunce erano partite in seguito al clamoroso caso di Harvey Weinstein. In particolare, ad accusare Fausto Brizzi erano state Clarissa Marchese e Alessandra Giulia Bassi. L’accusato ha sempre negato, e non era stata aperta nessuna indagine. Almeno fino ad ora. Infatti, sono saltate fuori nuove accuse contro Fausto Brizzi. Stavolta, la procura di Roma ha deciso di aprire un’indagine per vederci chiaramente, in seguito ad una denuncia effettuata in modo formale.

Fino ad adesso, oltre che da se stesso, Fausto Brizzi era stato difeso a spada tratta dalla moglie, l’attrice Claudia Zanella.

La donna aveva in particolare attaccato chi mette alla gogna persone che non sono state denunciate formalmente alle autorità competenti, che non hanno subito un processo e che non sono stati condannati. Claudia Zanella aveva dichiarato: “Mi addolora molto ascoltare le accuse rivolte a Fausto perché non corrispondono in nessun modo alla persona che conosco, pur nutrendo il massimo rispetto per le donne che si sono sentite ferite. Vivo da giorni barricata in casa con mia figlia, anche questa è violenza”. Ma stavolta si parla proprio di accuse effettuate formalmente alle autorità competenti.

fausto brizzi

Carriera minacciata

Sono sicuramente problemi per Fausto Brizzi, al di là che sia colpevole o meno. Infatti, risucchiato nel vortice delle violenze sessuali, il regista deve assolutamente rilanciare la propria carriera nel grande schermo. Il suo nome è stato infatti cancellato, in fase promozionale, dal film Poveri ma ricchissimi, la commedia seguito di Poveri ma ricchi. La pellicola, durante il botteghino natalizio, ha battuto persino l’ultimo Star Wars. Superati, quindi, anche i diretti rivali Super vacanze di Natale e Natale da chef. Dopo tre settimane, Poveri ma ricchissimi ha incassato ben 6.000.000 di euro.
Si parlava di nuove offerte e proposte per nuovi film e progetti sulla scrivania di Fausto Brizzi.

Famiglia minacciata

Adesso, queste accuse formali, e questa indagine aperta su di lui, possono seriamente danneggiare la carriera cinematografica. Ma non solo.
Proprio ora che sembrava aver trovato un po’ di pace. Fausto Brizzi era stato infatti visto a Roma con la moglie e la piccola figlia Penelope Nina, scacciando le notizie, rivelatesi fasulle, sulla loro separazione. Chissà se questi nuovi sviluppi non possano minare anche il rapporto con la moglie Claudia Zanella e la loro bimba.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche