Favoloso: "Brutto gesto, quasi un ricatto alla produzione"
Favoloso: “Brutto gesto, quasi un ricatto alla produzione”
Gossip e TV

Favoloso: “Brutto gesto, quasi un ricatto alla produzione”

luigi favoloso

L'ex fidanzato di Nina Moric, intervistato da Emanuela Gentilin, ha parlato della frase che ha causato la sua squalifica dal GF.

Luigi Favoloso è stato uno dei concorrenti protagonisti dell’ultima edizione del Grande Fratello, la cui finale andrà in onda lunedì 4 giugno. Gli atteggiamenti arroganti del 30enne hanno sollevato lo sdegno di una buona parte del pubblico, oltre che delle associazioni che, a vario titolo, si occupano di monitorare i programmi televisivi e l’impatto che possono avere (il Moige in primo luogo). Gli utenti del social network hanno chiesto più volte che fosse espulso dal gioco per i suoi atti di bullismo e le sue frasi sessiste. Poi è arrivata la goccia che fa traboccare il vaso: Favoloso ha indossato di notte una maglietta con scritta una frase volgare. Barbara D’Urso ha fatto più volte numerosi richiami al giovane, chiedendogli di comportarsi decentemente; questa volta la produzione si mostra più intransigente: Luigi Favoloso è espulso dal gioco. Uscito dalla casa del Grande Fratello, l’imprenditore napoletano ha chiarito il contesto in cui è accaduto l’episodio, scusandosi.

‘Un gesto brutto e sbagliato’

Ciò che ha determinato l’espulsione di Favoloso è noto.

Durante la notte (quest’anno la diretta del GF si ferma ad alcune ore) il 30enne ha protestato per la mancanza di sigarette; l’ex fidanzato di Nina Moric ha scritto una frase sessista su una maglietta per poi indossarla. Le parole sarebbero state rivolte contro Selvaggia Lucarelli, l’opinionista con la quale il 30enne si è spesso scontrato in passato. Intervistato da Emanuela Gentilin per Ultime dalla Casa, Favoloso ha dichiarato: “E’ stata una cosa sbagliatissima e ho accettato la squalifica nel migliore dei modi perché me la sono meritata” . L’ex concorrete del GF ha aggiunto il motivo alla base di tale comportamento: “Il mio è stato quasi come un ricatto alla produzione“. Parole forti che Favoloso spiega così: “Avevo detto che se non mi avessero dato le sigarette, mi sarei svegliato con quella maglietta alle 10 del mattino. Un gesto brutto e sbagliato. Mi sono scusato con la produzione, con Barbara e con le persone coinvolte in questa storia”. Lecito domandarsi, a questo punto, se le scuse siano arrivate anche a Selvaggia Lucarelli.

‘Litigo ma so farmi perdonare’

Luigi Favoloso non è il primo concorrente del reality show a lamentarsi per la mancanza di sigarette.

Quasi leggendaria è la scenata fatta in confessionale da Filippo Nardi, che nel 2001 ha partecipato alla seconda edizione del Grande Fratello. Un furente Filippo è apparso davanti agli schermi televisivi di chi segue la trasmissione, chiedendo a gran voce “Dove sono le sigarette?”. Nardi, accortosi di aver esagerato, ha poi abbandonato volontariamente il programma dopo appena tredici giorni dall’ingresso nella casa. Luigi Favoloso si è più volte scusato per le sue intemperanze caratteriali. Tende però a giustificarsi. Proprio con Emanuela Gentilin ha parlato del suo rapporto con molti concorrenti dell’attuale edizione del GF: “Io penso di aver lasciato solo cose buone (all’interno della Casa, ndr), tanto che la stessa Aida si è molto legata a me quando siamo usciti, forse sono la persona con la quale ha legato maggiormente. Quello che hanno detto è stato esagerato ma questo fa parte del mio modo di essere. Litigo con le persone però sono una specialista nel farmi perdonare”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche