×

Fdi: contratto firmato a Milano, Fidanza assunse figlio Acri da minorenne

default featured image 3 1200x900 768x576

Milano, 29 giu. (Adnkronos) – L'accordo di scambio tra l'europarlamentare di Fdi (autosospeso) Carlo Fidanza e l'ex consigliere comunale di Brescia Giovanni Francesco Acri, si sarebbe perfezionato il 18 giugno 2021. Lo si apprende da fonti giudiziarie. La Guardia di finanza – oltre alla perquisizione domiciliare a casa dell'ex consigliere – ha eseguito "acquisizioni documentali" nello studio di un commercialista milanese ritenuto 'terzo erogatore', figura prevista dalla legislazione europea che indica il soggetto incaricato dal politico per la gestione dei finanziamenti da distribuire ai suoi collaboratori.

Oggi è stato acquisito dai finanzieri il contratto per le funzioni di 'assistente locale' stipulato nei confronti di Jacopo Acri (non indagato), figlio dell'esponente bresciano di Fratelli d'Italia, che sarebbe stato – secondo l'ipotesi dei pm Cristiana Roveda e Giovanni Polizzi – l'oggetto della presunta corruzione: Giovanni Acri avrebbe fatto un passo indietro in Consiglio (venendo sostituito da Giangiacomo Calovini, non indagato, ritenuto vicino a Fidanza) in cambio di un posto di lavoro per il figlio, assunzione che sarebbe stato perfezionato circa quattro mesi prima che il ragazzo compisse 18 anni.

L'inchiesta sulle dimissioni rappresenta un filone d'indagine autonomo rispetto a quello sulla cosiddetta 'Lobby nera' che vede indagato Fidanza per finanziamento illecito e riciclaggio. Oltre ai documenti riguardanti tutti i rapporti tra Fidanza e Acri, i finanzieri hanno acquisito nello studio commercialista anche documenti riguardanti altri collaboratori dell'europarlamentare di Fdi per verificare la regolarità dei rapporti di lavoro.

Contents.media
Ultima ora