Febbre del Nilo: registrata un'altra vittima a Ferrara
Febbre del Nilo: registrata un’altra vittima a Ferrara
Cronaca

Febbre del Nilo: registrata un’altra vittima a Ferrara

Febbre del Nilo

Sale ad otto il numero di vittime della Febbre del Nilo a Ferrara. L'ultima vittima, deceduta dopo 40 giorni di ricovero, aveva 74 anni.

La Febbre del Nilo, nota anche con il nome inglese di virus West Nile, continua a preoccupare e a mietere vittime in Emilia Romagna. Risale a Martedì 18 Settembre infatti la morte di un 74enne ricoverato dai primi giorni di Agosto presso l’Ospedale di Cona, a Ferrara, nel reparto dedicato alle malattie infettive. L’uomo è deceduto nel corso delle prime ore del mattino: con l’ultimo episodio, sale a 18 il numero di vittime registrate in Emilia Romagna, di cui otto solo nell’area del ferrarese.

Sale il numero di vittime della Febbre del Nilo

Continua a preoccupare la diffusione in territorio della Febbre del Nilo, una malattia provocata da virus West Nile e veicolata dalla puntura della zanzara culex. L’ultima vittima è un uomo di 74 anni, residente nel ferrarese e ricoverato da una quarantina di giorni nel reparto dedicato alle malattie infettive nell’ospedale di Cona. L’uomo si è spento nelle prime ore del mattino di Martedì 18 Settembre.

Con il decesso, sale ad otto il numero di vittime solo nel ferrarese e a 18 il numero totale di vittime nella regione emiliana.

Intanto, si segnalano casi nel torinese, nel milanese e in Sardegna.

Una preoccupante diffusione del virus

Il virus West Nile, responsabile della Febbre del Nilo, non è una novità sul nostro territorio. Anzi, la sua diffusione è stata una costante negli ultimi anni nell’area della Pianura Padana, tuttavia l’estate del 2018 verrà certamente ricordata come l’anno peggiore per quanto riguarda questa malattia. Il precedente caso di decesso, registrato sempre a Ferrara – che risulta essere l’area più colpita in assoluto – risale infatti appena all’11 Settembre. Anche in questo caso, la vittima – di 78 anni – si trovava ricoverata da una decina di giorni prima del triste epilogo.

Febbre del Nilo: che cos’è

La Febbre del Nilo è provocata da un virus appartenente alla famiglia dei Flaviviridae ed è veicolata principalmente da uccelli e, soprattutto zanzare. Il periodo di incubazione può durare dai 2 ai 14 giorni e nella stragrande maggioranza dei casi si manifesta in maniera del tutto asintomatica. Quando presenti, i sintomi sono principalmente cefalea, nausea, vomito e febbre. Solo nei casi più rari (si stima una persona su 1000) può portare alla morte per encefalite.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Xiaomi Watch Xiaomi Huami Amazfit Bip Smartwatch White Cloud
81 €
Compra ora
Foppapedretti Segg. Auto Babyroad
63 €
77 € -18 %
Compra ora