×

Febbre dengue, cos’è: sintomi, mortalità, contagio, cura e vaccino

Che cos'è la febbre dengue? Chiamata anche "febbre spacaossa", la dengue è una malattia che può essere trasmessa agli uomini dalle zanzare

Febbre dengue

Negli ultimi giorni, nella Città-Stato di Singapore si è scatenato il panico a seguito del record di casi raggiunti di febbre dengue. Questa malattia può essere trasmessa agli esseri umani dalla puntura della zanzara Aedes aegypti.

Febbre dengue: di cosa si tratta

Sul piano scientifico, il virus dengue è considerato un agente patogeno appartenente al genere Flavivirus, che è responsabile di una malattia febbrile acuta o emorragica, trasmessa all’uomo dalla puntura di zanzare Aedes. Queste zanzare, se si escludono alcuni territori europei come l’isola di Madeira, non vivono nel nostro continente. Il cambiamento climatico però preoccupa, con l’innalzarsi delle temperature, le zanzare Aedes potrebbero presto arrivare anche da noi.

Come si trasmette il virus dengue e come si può curare

È importante sottolineare che questo virus non è trasmissibile da persona a persona. Per curare questa infezione non sono disponibili specifici farmaci antivirali. Se si contrae la malattia in una forma moderata è possibile tamponare con idratazione e riposo, in caso di malattia grave, invece, è prevista la somministrazione endovenosa di liquidi e l’emotrasfusione. In alcuni Paesi, dove la malattia è endemica, è disponibile da sei anni un vaccino contro la dengue.

Contents.media
Ultima ora