×

Fede & Gli Infedeli presentano il nuovo singolo, “Stare bene”

Nell’intervista esclusiva Federico de’ Robertis, de Fede & Gli Infedeli, racconta il nuovo singolo della band, “Stare bene”: "Un'ironica fotografia dell’oggi".

Fede & Gli Infedeli

Coinvolgenti e attuali, con la loro musica fotografano il tempo presente e lo contornano armoniosamente con le loro melodie: Fede & Gli Infedeli presentano nell’intervista esclusiva il loro nuovo singolo, “Stare bene”.

Il videoclip ufficiale, diretto da Simone Rabassini, racconta la situazione pandemica dal punto di vista di un “barbone” domestico depresso e di una fanatica complottista arrabbiata.

Succubi dei media, i due protagonisti hanno ormai smesso di provare qualsiasi tipo di atteggiamento positivo e propositivo, chi lamentandosi seduto su una poltrona e chi scaldandosi di fronte a tutte le fake news allarmiste. Scossi da un fremito di consapevolezza, i due decidono di “stare bene” con sé stessi, eliminando quanto di più tossico li circonda e affrontando così il ritorno alla vita. Il brano è nato durante il secondo lockdown dopo un’esperienza vissuta da Federico de’ Robertis, il leader del gruppo.

Descrivendo il distacco dal mondo esterno e il disagio dell’uomo di fronte alle notizie sulla pandemia, dichiara: “È inutile cercare a tutti i costi dei colpevoli è importante, invece, prenderci cura di noi stessi imparando a darci da soli l’amore che serve per poi poterlo dare anche agli altri”.

Fede & Gli Infedeli presentano il nuovo singolo

Federico de’ Robertis è compositore, arrangiatore, cantante e pianista. Presentando il nuovo singolo del gruppo, spiega: “Il lungo lockdown mi ha permesso di valorizzare l’importanza di tenere a sé stessi e volersi bene.

Durante l’isolamento forzato mi sono “imbarbonito” e mi sono confrontato con tantissime persone che hanno cercato dei colpevoli, districandosi sul web alla ricerca di un capro espiatorio inesistente. L’importante è stare bene con sé stessi per tornare a stare bene con gli altri”.

Quindi ha aggiunto: “Mi immaginavo una grande festa non appena la situazione emergenziale si sarebbe placata, ma non è così: ci confrontiamo quotidianamente con un lento riappropriarsi della vita di sempre e adesso non diamo più per scontato neanche un caffè o una cena in compagnia”.

Fede & Gli Infedeli, “Stare bene” ai tempi della pandemia

A farci stare bene, secondo Federico de’ Robertis, è “amare sé stessi, imparare a rispettarsi e volersi bene, piacersi. Nel mondo occidentale c’è un malinteso senso del narcisismo e dell’egoismo. Invece, è un messaggio molto profondo: per occuparci degli altri, dobbiamo avere un buon rapporto con noi stessi, altrimenti rischiamo di scariare sugli altri i nostri problemi. Dall’amore per sé parte quello per gli altri. È un concetto che arriva ha Osho. Un concetto banale e rivoluzionario al contempo”.

La band è stata fortemente e inevitabilmente condizionata dal lockdown, quandola nostra produzione è stata a lungo bloccata. Suonare senza il pubblico non è davvero suonare. I miei colleghi del gruppo sono stati fermi per molto tempo: hanno ricevuto alcuni aiuti, ma nulla a che vedere con quanto si può ottenere grazie al lavoro vero e proprio. Io ho la fortuna di comporre anche musica per colonne sonore. Ho scritto la colonna sonora di un film di Gabriele Salvatores, un documento sul primo lockdown. Quindi, a differenza di chi si occupa prevalentemente di esibizioni dal vivo, io in parte sono comunque riuscito a lavorare”. Così ha spiegato Federico de’ Robertis, mandando un messaggio di vicinanza e sostegno a un settore duramente colpito dalle chiusure forzate, che hanno provocato non poche polemiche nelle principali città italiane.

Fede & Gli Infedeli, la carriera

La band si è formata nel 2011 in seguito alla grande esperienza di Federico de’ Robertis come compositore di colonne sonore (quali “Puerto Escondido”, “Sud”, “Nirvana”, “Denti”, “S.P.Q.R.”, “Selvaggi”, “Eccezzziunale Veramente – Capitolo secondo… me”, “Alice è in Paradiso”, “2061”, “Ti presento un Amico”, “Mysteria”, “1960”, “Educazione Siberiana”, “Area Paradiso” e altre). Nel loro repertorio compaiono brani che vanno dal pop al reggae, dal rock all’elettronica, dall’ethno al melodico italiano grazie alla versatilità dei musicisti, tutti con una matrice stilistica inconfondibile. Nel 2020 Fede & Gli Infedeli hanno scritto la title track del film “Il ragazzo invisibile” di Gabriele Salvatores.

Il gruppo è composto da Federico de’ Robertis, Ale “AXA” Paolucci (basso e basso stick), Claudio “Sax” Fabiani (sax e flauti), Elisa Ghilardi (voce principale e corista), Filippo Guerrieri (tastiere e arrangiamenti), Francesco “The Violin” Carmignani (violino e loop station), Luca Contini (sound engineering), Luca Giovacchini (chitarre) e Piero Perelli (batteria e percussioni).

Dopo la soddisfazione per il nuovo singolo, in perfetta sintonia con il periodo emergenziale, sono al lavoro su nuovi progetti. In particolare, spiega Federico: “Per il prossimo anno vorremmo far uscire un album. Le prove in straeaming non sono davvero stimolati per noi. L’impossibilità di vederci ha rallentato il progetto, al quale teniamo tanto e che presto vedrà la luce. Intanto lavoro ancora con Salvatores per un nuovo film: il titolo non si sa, ma sarà girato a settembre a Venezia”, ha svelato il cantante.

Contents.media
Ultima ora