Etruria, Ghizzoni conferma versione di De Bortoli su Boschi
Etruria, Ghizzoni conferma versione di De Bortoli su Boschi
Cronaca

Etruria, Ghizzoni conferma versione di De Bortoli su Boschi

Etruria

Federico Ghizzoni ha ammesso di aver incontrato Maria Elena Boschi, la quale gli chiese di valutare una possibile acquisizione di Banca Etruria.

Nel corso dell’audizione alla commissione di inchiesta sulle banche, Federico Ghizzoni ha ammesso di aver incontrato Maria Elena Boschi, la quale gli chiese di valutare una possibile acquisizione di Banca Etruria. Tale incontro avvenne lo scorso 12 dicembre 2014, quando Ghizzoni all’epoca era amministratore delegato di Unicredit. Lo stesso Ghizzoni ha però sottolineato come quello fu un colloquio del tutto cordiale. Tanto da non avvertire alcun tipo di pressione da parte del Ministro.

Etruria, Ghizzoni su Boschi

Federico Ghizzoni ha incontrato il Ministro Maria Elena Boschi, la quale gli chiese di valutare una possibile acquisizione di Banca Etruria. L’incontro avvenne lo scorso 12 dicembre 2014, quando Ghizzoni era l’Amministratore Delegato di Unicredit. A confessare questo incontro è stato lo stesso Ghizzoni nel corso dell’audizione alla commissione di inchiesta sulle banche, sottolineando come quello comunque fu un colloquio del tutto cordiale, durante il quale non ha avvertito alcun tipo di pressione da parte del Ministro.

Federico Ghizzoni

Immediata è arrivata la replica da parte di Maria Elena Boschi, che all’epoca dei fatti era il Ministro per le Riforme.

L’attuale sottosegretario alla Presidenza del Consiglio infatti ha confermato la relazione iniziale di Ghizzoni. Ma non ha fatto nessun tipo di pressione. Inoltre ha spiegato di non essere stata lei di acquisire la Banca, ma Mediobanca e BPEL. Lei ha chiesto solamente informazioni. Questo è quanto ha scritto la Boschi con un post pubblicato sul proprio profilo twitter ufficiale.

La controreplica di Ghizzoni

Nel giro di pochi minuti è arrivata la controreplica da parte di Ghizzoni, che ha confermato che la richiesta c’è stata. Anche se non fu posta in maniera secca. L’ex Amministratore Delegato di Unicredit ha infatti spiegato che non gli fu seccamente chiesto di acquistare Banca Etruria, in quanto avrebbe ritenuto tale proposta come qualcosa di inaccettabile. Gli fu però chiesto di valutare un intervento in Banca Etruria nell’indipendenza di giudizi. Sollecitato da Carlo Sibilia (Movimento Cinque Stelle), Ghizzoni ha sottolineato come questo da un punto di vista semantico faccia la differenza. In poche parole: la richiesta c’è stata, ma “non ha leso la capacità di decidere in maniera indipendente”.

Successivamente Ghizzoni ha dichiarato di aver ricevuto lo scorso 13 gennaio 2015 una mail da parte di Marco Carrai, esperto di cybersicurezza e sodale di Matteo Renzi. In questa email si poteva leggere: “Solo per dirti che su Etruria mi è stato chiesto nel rispetto dei ruoli di sollecitarti se possibile”. Ghizzoni ha spiegato che all’epoca la sua prima reazione fu quella di chiedersi chi lo avesse sollecitato. Ma alla fine decise comunque di non chiedere chiarimenti in merito. Perchè non voleva aprire altri canali di comunicazione.

In Commissione Ghizzoni ha continuato a fornire la sua versione dei fatti. Unicredit il 29 gennaio ha comunicato ufficialmente ai vertici di banca Etruria che non era interessata ad acquistarla. Da quel momento in poi, ha aggiunto l’ex Amministratore Delegato di Unicredit, non ci furono più contatti con Banca Etruria, che il successivo 11 febbraio fu commissariata. In quel momento, ha ammesso Ghizzoni, ci sono stati stati un paio di contatti con il capo della vigilanza di Bankitalia Barbagallo, per atti assolutamente ovvi e doverosi.

De Bortoli su Ghizzoni

Le parole di Ghizzoli, sembrerebbero andare ad avvalorare le tesi portate avanti dall’ex direttore del ‘Corriere della Sera’. Infatti, attraverso il suo profilo Facebook, Ferruccio De Bortoli ha scritto: “Ringrazio Federico Ghizzoni per aver confermato la richiesta dell’allora ministra Maria Elena Boschi di valutare una possibile acquisizione di Banca Etruria”. L’ex ‘Correre della Sera’ chiude il post con una frecciata alla Boschi: “Attendo l’azione civile di cui ho sentito finora parlare, senza aver ricevuto alcun atto”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche