×

Ferrara, no vax si cura a domicilio su Ippocrate.org: aperta un’inchiesta

Ferrara, no vax si cura a domicilio su Ippocrate.org: aperta un’inchiesta sul caso del 68enne che aveva affrontato il covid con email e telefonate

L'immagine-icona della pagina Fb di Ippocrate.org

A Ferrara un no vax si cura a domicilio su Ippocrate.org e la Procura apre un’inchiesta. La magistratura vuole vederci chiaro nella vicenda di un anziano finito in rianimazione dopo aver seguito i consigli dell’associazione che nella lotta al Covid punta tutto sulle cure domiciliari e che ritiene implicitamente quei “consigli” valido succedaneo del vaccino. 

No vax si cura a domicilio con l’associazione che tenne un convegno in Senato

Tra l’altro si tratta di quella stessa associazione che qualche tempo fa, su invito di una parlamentare leghista, aveva tenuto un contestato convegno in Senato. Il fascicolo di indagine aperto in Procura è di tipo conoscitivo e non ha iscritti, ma la ricostruzione dello storico della vicenda dell’anziano in questione è fondamentale. 

Telemedicina ed email per il no vax che si è curato a domicilio 

L’uomo, un 68enne con patologie pregresse, avrebbe contratto il coronavirus e si sarebbe curato in regime di “telemedicina”, con cure a domicilio in pratica, senza rivolgersi all’ospedale e seguendo protocolli terapeutici che riceveva via email o per telefono dall’associazione Ippocrate. 

Voleva essere dimesso dall’ospedale il no vax seguace della cura a domicilio 

Il 68enne aveva tra l’altro informato i medici appena ricoverato in ospedale ed immediatamente aveva manifestato la volontà di essere dimesso, salvo poi aggravarsi e finire in rianimazione. 

Contents.media
Ultima ora