×

Fichi secchi: abbassano il colesterolo?

I fichi sono antichi frutti dalle molte proprietà benefiche. Come quelli freschi, anche i fichi secchi aiutano a ridurre il colesterolo.

Fichi secchi
Fichi secchi

I fichi sono frutti molto dolci e dalle note proprietà lassative. Nascono dalla pianta nota con il nome scientifico di Ficus carica, della famiglia delle Moraceae, che si presume arrivi dall’Oriente. La pianta, così come il frutto, ha origini molto antiche, per questo era nota anche ai popoli del passato. Le varietà sono molte, più di 150, e si distinguono per colore e dimensione. I fichi secchi, così come quelli freschi, sono ricchi di proprietà benefiche per la salute. In particolare questo frutto, tra i molti benefici, riduce il rischio di malattie coronariche grazie agli acidi grassi che contiene. Proprio gli acidi grassi, omega 3 e 6, riducono, infatti, il livello di colesterolo nel sangue. Dato che i fichi secchi hanno le stesse proprietà di quelli freschi, possiamo decidere di mangiare sia l’uno sia l’altro indistintamente.

Bisogna però stare attenti all’apporto calorico. Per 100 grammi di polpa, i fichi freschi contengono 65 calorie, al contrario i fichi secchi ne contengono 280.

Fichi secchi

Per ottenere i fichi secchi bisogna utilizzare fichi freschi giunti a piena maturazione. I fichi maturi possono poi essere essiccati al sole oppure in forno. Dopo l’essiccazione, i fichi vanno trattati chimicamente con un composto per la disinfestazione che serve per proteggerli da eventuali parassiti. Attenzione però, non tutte le varietà di fichi sono adatte per essere essiccate. Per capire quando un fico ha raggiunto il grado di essiccazione ottimale bisogna ricordarsi che si può considerare secco solo un fico che ha perso circa il 35% del suo contenuto d’acqua. Concludiamo con una precisazione.

Quando parliamo di fichi secchi assimilandoli alla frutta secca a guscio, è necessario fare una distinzione. Entrambi i tipi di frutta secca sono ricchi di proprietà, ma mentre quella a guscio è secca per natura, quella polposa lo è solo grazie all’essiccazione.

Proprietà dei fichi secchi

Anche se i fichi secchi, così come quelli freschi, aiutano a tenere sotto controllo il livello di colesterolo, non tutti possono abusare dei fichi. Proprio perché sono un alimento calorico, ricco di zuccheri e dagli effetti lassativi, alcuni soggetti devono farne a meno. In particolare chi segue diete ipocaloriche o soffre di diabete deve starne alla larga. Visto che contengono molti zuccheri e calorie, i fichi secchi possono essere pericolosi per questi soggetti. Inoltre le proprietà lassative dei fichi li rendono pericolosi per chi soffre di patologie come il morbo di Crohn in fase acuta, di rettocolite ulcerosa o di semplice colite.

Anche chi è particolarmente sensibile all’azione delle fibre dovrebbe astenersi dal consumarli.


Contatti:

Contatti:

Leggi anche