×

Fiera del fumetto di Torino

Torino – 3 ottobre 2010
Domenica 3 ottobre 2010, presso il Mercato Coperto di Piazza Madama Cristina si terrà la Fiera del Fumetto di Torino. La manifestazione con ingresso continuato dalle 10:00 alle ore 19:00 è un’occasione unica dove i “cacciatori” di giornalini e comics potranno ritrovare le emozioni irripetibili dei vecchi albi e delle vecchie avventure e dove tutti gli appassionati di fumetti potranno vendere, acquistare o scambiare tutto quanto è mai stato prodotto.
Organizzata da LUCAS, in collaborazione con Kolosseo, la Fiera del fumetto si annuncia ricca di partecipanti e offre un panorama sempre più completo del mercato del fumetto. Insieme ad una esauriente offerta di interessanti pezzi d’antiquariato, garantita dalla presenza di alcuni quotati mercanti, viene presentata un’esauriente panoramica delle nuove tendenze dell’editoria amatoriale e di massa.

Non mancano per i collezionisti meno esigenti molti banchi dedicati al fumetto seriale, come le collane Bonelliane alla portata di tutte le tasche. Il salone, dunque, propone una vera e propria rassegna sui personaggi che sono ormai divenuti dei veri e propri oggetti di culto per il pubblico italiano da Martin Mystere ai supereroi della Corno, da Topolino ad Alan Ford, da Tex a Lupo Alberto. Il collezionismo dei vecchi fumetti si sta sempre più orientando verso gli albi anni ’50 e ’60 e a fronte di un calo d’interesse nei confronti dei personaggi Disney, resiste ed avanza il collezionismo di Tex, e si consolida quello di Diabolik. Negli ultimi mesi si è riacceso l’interesse per le riviste che resero, tra gli anni ’60 e gli anni ’70, adulto il fumetto: Linus, Eureka, Cannibale, Alter, ecc….

Ed è ormai dilagante il collezionismo di album di figurine: dal Calcio al Didattico, alle raccolte ispirate ai cartoni animati di successo. Alcuni album arrivano anche a valutazioni di milioni. Resiste ancora il fumetto Nipponico, supportato da una vasta offerta di Posters e di Gadgets; infatti anche in questa edizione viene confermata la tendenza ad affiancare agli albi a fumetti molti oggetti dedicati agli eroi più in voga al momento (Simpson, Pòkemon): magliette, modellini, pupazzi. In questa edizione della Fiera del fumetto, oltre all’esposizione dei consueti fumetti da collezione, di rare edizioni degli scorsi decenni e di preziosissimi album di figurine, si assisterà con interesse alla presenza di numerose tavole e illustrazioni degli eroi del ballon originali, vale dire i disegni (pezzi unici) realizzati dagli artisti per la riproduzione in stampa. Tra le tavole più prestigiose si potranno ammirare una tavola domenicale del Principe Valiant del 1965, ad opera del grande Harold Foster: Le prime tavole di questo personaggio (anni ’30) – ormai se ne vedono raramente, perché la maggioranza sono “imboscate” nelle collezioni private – negli States hanno raggiunto quotazioni di varie decine i migliaia di dollari. Altro pezzo interessante un acquarello di Milo Manara realizzato per una copertina di Comic Art e numerose tavole a fumetti realizzate dai disegnatori Disney italiani, quali: Scarpa, Carpi, Cavazzano, De Vita, Chierchini. Non mancano tavole per i fumetti Bonelliani quali: Dylan Dog, Tex, Mister No ecc. Ed altri originali di grandi Maestri quali: Battaglia, Toppi, Buzzelli, Micheluzzi, Bernet, Font, Tofano e molti altri. Un vasto panorama di opere, insomma, dove lucidarsi gli occhi, infatti il prodotto originale differisce molto da risultato stampato; le dimensioni sono maggiori, si possono gustare particolari che in stampa sbiadiscono e in certi casi scompaiono, i colori sono più vivi, meglio calibrati. E’ come guardare la Gioconda al Louvre invece che su una riproduzione stampata, l’emozione è molto diversa! Inoltre quest’anno, alla Fiera del fumetto di Torino, una movimentata e coloratissima novità: i COSPLAYERS. Nelle fiere del fumetto capita “normalmente” di imbattersi in bizzarri personaggi vestiti come gli eroi dei fumetti, paladini dei cartoni animati o personaggi dei film e libri. Sono i Cosplayers. Il Cosplay è un’arte che viene dal Giappone; il termine nasce dalla fusione delle parole inglesi costume e play e che può essere liberamente tradotto come “rappresentazione in costume”. Questi appassionati si trasformano nei propri beniamini in tutto e per tutto: con le loro doti di sarti, artigiani ed attori, ne riproducono fedelmente vestiti, accessori ed atteggiamenti tipici. Il 30 maggio dunque i visitatori della Fiera del fumetto avranno l’occasione unica di vedere (e di farsi fotografare assieme a loro) Batman, Gundam, gli X-Men, Harry Potter, Cenerentola e molti altri. “Mamma guarda c’è Spiderman!”
Il programma lo trovate nel sito web www.lucasitalia.it


Contatti:

Contatti:

Leggi anche