×

La figlia di Gigi D’Alessio sulla Tatangelo: “Un diavolo”

Condividi su Facebook

Ilaria, figlia 26enne di Gigi D'Alessio, ha parlato con astio di Anna Tatangelo: «Da lei bassezze uniche contro mio padre. È una persona cattiva".

Cattiva come un diavolo, che non ha mai accettato i figli avuti dal precedente matrimonio. Il giorno dopo l’intervista di Anna Tatangelo in cui confermava l’addio a Gigi D’Alessio, sono giunte anche le parole di Ilaria. Lei è la figlia nata dal matrimonio di Gigi con Carmela Barbato.

La giovane 26enne ha espresso parole decisamente poco tenere nei confronti dell’ormai ex compagna del padre.

Su Instagram, in un post poi rimosso, la primogenita di Gigi D’Alessio ha sfogato i proprio risentimenti: “Io ero piccola, ma quello che stava accadendo alla mia famiglia mi era molto chiaro. Comunque, qualora non lo fosse stato, i giornali e le varie riviste gossip mi avrebbero ricordato ogni giorno quello che stava accadendo alla mia famiglia.

Un periodo tra i più bui della mia di vita. Ovviamente di una Donna (mia madre) che vedeva il suo castello, i suoi sacrifici e la sua famiglia buttati al vento. Oggi l’ennesimo articolo da leggere, con l’ennesima XXXX da dover buttare giù… o forse no? Mi sono detta: “In fondo io pure ero troppo piccola per poter parlare… oggi no! Oggi ho 26 anni”.

La giovane ha poi replicato punto per punto le dichiarazioni di Anna Tatangelo.

“Perché continuare a dire di avere un ottimo rapporto con i figli? Non è vero, non è mai stato vero. Sarebbe stato bello avercelo, una volta passati i rancori. Io ci ho provato! Alla fine siamo talmente coetanee che probabilmente sarebbe potuto nascere un qualcosa di naturale, spontaneo. Durante tutti questi anni ho cercato di cancellare il dolore e la sofferenza che ho vissuto giorno dopo giorno accanto a mia madre cercando con tutta me stessa un vero rapporto con la compagna di mio padre”.

“Ammiro chi riesce ad accettare una nuova figura accanto al proprio genitore da un momento a un altro… Eppure io c’ho provato! Nonostante tutto, questo “bel rapporto” non c’è mai stato, mai! Più passavano gli anni e più mi rendevo conto che questa donna era davvero cattiva e non adatta per nulla alla spontaneità e alla vera semplicità della nostra famiglia”.

“Mio padre ha contribuito al suo successo”

Ilaria ha aggiunto: “Perché continuare a dire di essere subentrati al termine di una relazione, quando in realtà c’erano dei problemi tra i miei genitori? Mia madre aveva partorito da poco e sicuramente non poteva essere un’altra donna/ragazzina a risolvere i problemi di un’altra famiglia”.

Ilaria ha anche parlato delle cene di “20/30 persone a cui faticosamente ha dovuto cucinare. Era sempre e comunque affiancata da persone che umilmente e con gentilezza ci aiutano con le faccende domestiche. Il ‘rumore’ era nient’altro che cene in cui mio padre faceva, fa e continuerà a fare, se Dio lo vorrà, per lavoro. Sempre e unicamente per lavoro. Lo stesso lavoro che ha permesso a me, i miei fratelli e la mia famiglia di condurre una vita dignitosa. Perché non dirlo, lo stesso lavoro che ha contribuito alla sua realizzazione e al ‘girare senza vestiti dopo una doccia, nel silenzio delle sue stanze’”.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.