×

Finale Coppa Italia, Juventus-Inter 2-4: Perisic traghetta i nerazzurri alla vittoria

In questa finale di Coppa Italia che si è svolta allo stadio Olimpico è successo di tutto, ma a vincere l'ambito trofeo è stata l'Inter che ha superato la Juventus ai tempi supplementari con due gol di Perisic.

Finale Coppa Italia
Finale Coppa Italia

La Coppa Italia è arrivata alle battute finali con Juventus e Inter che si sono sfidate per un trofeo particolarmente ambito. A spuntarla sono stati infine i nerazzurri grazie ad un Perisic in stato di grazia che in pochi minuti ha completamente sconvolto gli equilibri in campo.

Alla fine i bianconeri si sono dovuti arrendere anche se le polemiche non sono mancate. Il trofeo di questa 75esima edizione dunque è tutto dell’inter. Hanno segnato per i nerazzurri Barella (6′), Calhanoglu (80′ rig.), Perisic (99′ rig. e 102′) ; per la Juventus Alex Sandro (50′) e Vlahovic (52′).

Finale Coppa Italia, le formazioni ufficiali di Juventus-Inter

  • Juventus (4-2-3-1): Perin; Danilo, De Ligt, Chiellini, Alex Sandro; Zakaria, Rabiot; Cuadrado, Dybala, Bernardeschi; Vlahovic.

    Allenatore: Allegri

  • Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, D’Ambrosio; Darmian, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Perisic; Lautaro Martinez, Dzeko. Allenatore: Inzaghi.

Un match segnato da attimi caldissimi in campo

C’è poco da dire. Comunque sia andata né la Juventus né l’inter si sono risparmiate in questa partita. Ad aprire le danze è stato Barella che ha firmato una rete magistrale che ha decretato il vantaggio dello 0-1 ad appena 6 minuti dal fischio di inizio dell’arbitro.

Nella secondo tempo il film sembra cambiare. La Juventus infatti compie in meno di due minuti un clamoroso sorpasso che la catapulta immediatamente in vantaggio grazie alla rete di Alex Sandro prima e Vlahovic poi. È stato però alla fine della ripresa che in campo è successo di tutto.

All’80esimo l’arbitro ha assegnato un rigore ai nerazzurri a seguito di un fallo in area di De Ligt e Bonucci su Lautaro.

A presentarsi dal dischetto Calhanoglu che in modo freddo ha segnato la rete del 2-2 che ha permesso all’Inter di andare ai supplementari. Proprio a seguito di ciò c’è stato parecchio “movimento” tra le due panchine. Sia Massimiliano Allegri che il vice di Inzaghi Farris sono stati infine ammoniti con un cartellino giallo. Al 96esimo un nuovo contatto tra De Ligt e De Vrij ha portato l’arbitro ad assegnare un nuovo rigore che è stato calciato in questa seconda occasione da Perisic. La situazione si è fatta decisamente rovente alla fine del primo tempo supplementare: al 104esimo infatti Allegri si era avvicinato alla panchina dell’Inter per protestare. L’arbitro Valeri che non ha potuto fare altro se non allontanarlo lo ha espulso dal campo. Allo stadio Olimpico la partita si è chiusa dopo 120 lunghi minuti

Tifosi nerazzurri e biancocelesti marciano su Ponte Milvio

Nella città di Roma l’atmosfera si era già fatta particolarmente calda qualche ora prima che iniziasse il match. Una folla di tifosi nerazzurri e biancocelesti, stretti da uno storico gemellaggio, si sono ritrovati per sostenere l’Inter. Hanno poi percorso Ponte Milvio: da lì si sono diretti verso la curva nord dello stadio Olimpico. La partecipazione è stata tale che l’hashtag #PonteMilvio è diventato in pochissimo tempo uno dei maggiori trend topic di Twitter.

Contents.media
Ultima ora