×
a cura di

La Bce sferza i paesi sul Recovery Plan

a cura di

Ursula Von Der Leyen, intanto, chiede l'istituzione delle zone rosso scuro in Europa. Gori: governo inadeguato all'emergenza

lagarde fmi 768x512
Christine Lagarde, Managing Director, International Monetary Fund (IMF)

“Si deve sfruttare il ruolo fondamentale dello strumento Next Generation EU; è importante che diventi operativo senza indugio”. Lo ha affermato la presidente della Bce Christine Lagarde nella dichiarazione introduttiva della conferenza stampa post-Consiglio. “Gli Stati membri utilizzino i fondi per una spesa pubblica produttiva, accompagnata da politiche strutturali tese a migliorare la produttività.

Ciò consentirebbe al programma Next Generation EU di contribuire a una ripresa più rapida, forte e uniforme e accrescerebbe la capacità di tenuta economica e il potenziale di crescita delle economie degli Stati membri, sostenendo l’efficacia della politica monetaria nell’area dell’euro” ha aggiunto Lagarde.

Gori: il governo oggi è più debole, non all’altezza delle necessità del Paese

«Non penso che l’allargamento della maggioranza possa passare per una campagna acquisti.

Il governo oggi è più debole, non all’altezza delle necessità del Paese. Se Conte pensasse di andare avanti così, con l’offerta di incarichi e poltrone per allargare il sostegno, mostrerebbe di non aver compreso la gravità del momento e cosa serve al Paese». Lo ha affermato il sindaco di Bergamo Giorgio Gori in un’intervista a Repubblica. «Detto che le urne non sono ipotizzabili, abbiamo bisogno di un governo forte e autorevole.

Serve un allargamento della maggioranza, ma attraverso un chiaro ed esplicito patto politico e un programma di legislatura. Serve un nuovo governo, e non la faticosa e stentata prosecuzione di quello che c’è. Un Conte-ter che possa contare su una maggioranza ampia, europeista, simile a quella che regge la commissione Ue di Ursula von der Leyen. Quindi un governo che abbia l’appoggio delle forze che hanno dato vita al Conte bis più quelle liberali e popolari presenti in Parlamento, da +Europa ad Azione a Forza Italia.

Senza escludere Italia Viva. Renzi ha sbagliato nell’aprire la crisi, risultata incomprensibile. Ma resta il leader di una forza riformista. A lui va riconosciuto di avere contribuito a migliorare il Recovery Plan e a superare la versione iniziale di governance. L’affermazione “mai con Renzi” deriva da uno strappo di cui lui per primo ha responsabilità, e da una conseguente comprensibile arrabbiatura. Ma servono saggezza e visione. Bisogna sforzarsi di ricucire» ha aggiunto Gori.

Von der Leyen: creare le zone “rosso scuro”

“Le nuove varianti del coronavirus Sars-CoV-2 si stanno diffondendo in Europa e per identificare queste aree ad alto rischio dobbiamo affinare la nostra mappatura, introducendo le zone rosso scuro, in cui il virus circola a un livello molto elevato”. Lo ha affermato la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, in conferenza stampa a Bruxelles al termine della videoconferenza dei capi di Stato e di governo dell’Ue. “Una persona che proviene da queste zone potrà dover far un test prima della partenza, mettendosi in quarantena dopo l’arrivo. Tutti i viaggi non essenziali dovranno essere fortemente scoraggiati, sia all’interno dei Paesi che attraverso i confini nell’Ue. È assolutamente importante che il mercato interno continui a funzionare: i lavoratori essenziali e le merci devono continuare ad attraversare i confini senza ostacoli”, ha aggiunto la von der Leyen.

Contents.media
Ultima ora