×

Finanziere trovato morto, si indaga per istigazione al suicidio: la famiglia chiede verità

Il caso del finanziere trovato morto a Reggio Calabria prosegue con l'ipotesi che ci sia stata un'istigazione al suicidio.

Finanziere morto istigazione suicidio

Ad un mese dalla scomparsa di Marco Ignazio Stella, il finanziere di 26 anni trovato morto nella suo ufficio del comando provinciale delle fiamme gialle di Reggio Calabria, le indagini sembrano essere arrivate ad un punto di svolta con l’ipotesi sempre più concreta che possa esserci stata un’istigazione al suicidio

Finanziere morto a Reggio Calabria, ipotesi istigazione al suicidio

Le indagini sono in questo momento rivolte ad analizzare diversi aspetti controversi della vicenda. Anzitutto il perchè il corpo esamine dell’uomo sia rimasto per un giorno interno in caserma e solo dopo 24 ore sia stata rinvenuto. La famiglia si chiede come sia possibile che nessuno dei 70 militari si sia accorto di nulla.

Morte del Finanziere a Reggio Calabria: ipotesi istigazione al suicidio

Come riferito da La Repubblica, la famiglia del ragazzo rigetterebbe l’ipotesi del suicidio in quanto, a loro dire, Marco Ignazio Stella non avrebbe avuto “motivi per fare un gesto insano”

Finanziere morto, si procede con l’istigazione al suicidio

“Nella sua intensa carriera professionale – dice Marinella, la sorella del finanziere – aveva ottenuto, insieme con i suoi militari, numerosi risultati professionali, ricevendo, ad appena 26 anni, ben cinque encomi. Stava anche programmando dei viaggi con gli amici, poiché amava scoprire il mondo e collaborava con diverse associazioni di volontariato di rilievo nazionale”.

Contents.media
Ultima ora