×

Fine del mondo: nuovo annuncio biblico

Una nuova data per la fine del mondo? lo rivelerebbe la Bibbia, e indica che il 2018 sarà l'ultimo anno della Terra

fine del mondo
Fine Del Mondo, la nuova previsione: sarà ad ottobre

Un nuovo annuncio sulla fine del mondo, e questa volta arriverebbe direttamente dalla Bibbia. Stando a quanto dichiarato da un uomo, chiamato Mathieu Jean-Marc Joseph Rodrigue, le Sacre Scritture rivelerebbero che l’anno appena cominciato sarebbe anche l’ultimo della Terra e non potremo nemmeno viverlo appieno.

Fine del mondo: nuovo annuncio biblico

Infatti il mondo si ‘concluderebbe’, stando alle dichiarazioni dell’uomo, il prossimo 24 giugno. Rodrigue ha sottolineato di aver ricevuto questa informazione per intercezione divina, confermando di aver “sentito una voce nel mezzo dei quattro esseri viventi”. Per poi aggiungere “questa è saggezza, chi ha intelligenza può interpretare la figura della bestia, rappresenta il nome di un uomo, la sua figura è 666”. Chiaramente in molti hanno iniziato fin da subito a dubirare delle sue parole, ma c’è anche chi ritiene che Rodrigue possa non avere torto e che nelle sue parole possa esserci un fondamento di verità.

La data della fine del mondo

Non è ben chiaro in base a quali calcoli ma l’uomo avrebbe ottenuto una precisa data ovvero il 24 giugno 2018 pur non entrando nel merito di come, la fine del mondo, dovrebbe concretamente avvenire. Ma limitandosi a spiegare che l’informazione è individuabile da un versetto presente nel libro dell’Apocalisse di San Giovanni, ovvero il quinto del tredicesimo capitolo, che recita: “Alla bestia fu data una bocca per proferire parole d’orgoglio e bestemmie, con il potere di agire per quarantadue mesi”.

Fine del mondo, i precedenti annunci

Non è certo questo il primo annuncio riguardante la fine del mondo: la precedente data fissata come ultimo giorno della Terra era il 23 settembre del 2017, giorno nel quale il pianeta X Nibiru avrebbe dovuto collidere contro il nostro pianeta, come annunciato da David Meade in concomitanza con la pubblicazione del suo ultimo libro. Non è poi mancato un annuncio arrivato direttamente dall’agenzia spaziale americana, relativo a 15 giorni di totale oscurità che avrebbero dovuto verificarsi nel mese di novembre 2017; solo in seguito si è scoperto che il fantomatico annuncio della Nasa in realtà non è mai esistito.

Per proseguire poi con l’asteroide di Natale che avrebbe dovuto sfiorare la Terra provocando una pericolosa pioggia di astreroidi. E arrivando a Rodrigue, occorre sottolineare che questo signore è noto per essere un cospirazionista e che è sufficiente visionare il suo profilo Facebook per ‘captare’ una sua particolare ossessione per i numeri, che utilizza per estrapolare segnali e premonizioni. Le sue parole dunque avranno davvero un fondo di verità o si tratta dell’ennesima montatura?

Contents.media
Ultima ora