×

Firenze, 27enne in monopattino travolto da uno scooter: morto sul colpo

Incidente dal tragico epilogo avvenuto a Firenze dove un 27enne è morto sul colpo dopo essere stato travolto da uno scooter.

27enne morto in monopattino

Un tragico incidente ha sconvolto la città di Firenze alle 1.30 di notte di lunedì 9 agosto. Un 27enne è deceduto dopo essere stato travolto da uno scooter, mentre stava viaggiando a bordo di un monopattino. Stando a quanto scrive il Fatto Quotidiano si tratta del quarto incidente di questo 2021.

Proprio a proposito di questo mezzo cheè usato ormai da tutti, sono in corso di definizione una serie di restrizioni sui monopattini, come ad esempio l’obbligo a rispettare determinati limiti di velocità.  “Un’inaccettabile lacuna normativa”, l’ha definita il sindaco di Firenze Dario Nardella. 

27enne morto in monopattino, la vicenda 

Erano circa la 1.30 della notte di domenica 9 agoso quando un giovane 27enne di orgini srilankesi è deceduto dopo essere stato travolto da uno scooter, mentre si trovava a bordo di un monopattino.

Stando a quanto appreso, il 27enne sarebbe deceduto sul colpo dopo aver riportato una serie di gravi ferite sul corpo.

Particolarmente violento l’impatto con l’uomo che è stato scaraventato via dal mezzo sbattendo la testa contro il marciapiede. Per ciò che riguarda i passeggeri dello scooter sono risultati feriti sia il conducente che la donna che viaggiava come pesseggero. Stando a quanto appreso, entrambi sono stati trasportati d’urgenza presso l’ospedale di Careggi.

Non sarebbero fortunatamente in pericolo di vita. 

27enne morto in monopattino, in corso gli accertamenti 

Nel frattempo sarebbero ancora poco chiari i contorni della vicenda. Proprio per questo motivo La Polizia Municipale è al lavoro al fine di ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente  attraverso le telecamere di zona, mentre è ritornato in questi giorni più che mai vivo il dibattito legato alla sicurezza sui mnopattini. 

27enne morto in monopattino, il sindaco Nardella: “Norme attuali insufficienti  e inadeguate” 

A commentare la triste vicenda il sindaco fiorentino Dario Nardella che ha definito le norme in vigore “insufficienti e inadeguate: “Le norme attuali sono assolutamente insufficienti e inadeguate” ha affermato. Non solo, perchè Nardella ha promesso una raccolta di firme. Ha infine aggiunto che continuerà a perseguire questa battaglia dichiarando che “Non molleremo su questa battaglia”. Infine conclude il sindaco di Firenze, “perché in gioco ci sono le vite di tante persone, soprattutto giovani”. 

Contents.media
Ultima ora