×

Coronavirus: 9 sindaci del Palermitano donano respiratore a ospedale Cefalù

Condividi su Facebook

Palermo, 26 mar. (Adnkronos) – I nove sindaci dei Comuni del Distretto sanitario 33 (Cefalù, Castelbuono, San Mauro Castelverde, Pollina, Collesano, Isnello, Campofelice di Roccella, Lascari e Gratteri) hanno aderito alla campagna di raccolta fondi per il potenziamento della Terapia intensiva della Fondazione Giglio di Cefalù (Palermo), donando 13.500 euro. "Sicuri di interpretare – scrivono in una nota – il sentimento comune delle nostre popolazioni che, pur nella pochezza del 'quantum', costituisce espressione della nostra vicinanza alla meravigliosa realtà della sanità siciliana qual è l’ospedale Giglio. Una donazione da destinare all’acquisto di uno o più ventilatori polmonari".

"Il contributo economico e ancor prima soprattutto la vostra espressione di vicinanza per la realtà ospedaliera che mi onoro di rappresentare – ha detto il presidente della Fondazione Giglio, Giovanni Albano, ringraziando i sindaci – costituiscono un grandissimo elemento di supporto alla nostra azione di contrasto al Coronavirus e di presa in carico dei pazienti. I sindaci, alla luce dell’apertura ai pazienti Covid-19 dell’ospedale, "sottolineano la necessità che vengano adottate le misure più idonee per salvaguardare la salute dei dipendenti e dei pazienti".

"E’ un invito che abbiamo già fatto nostro – ha concluso il presidente Albano – con il continuo aggiornamento di procedure e percorsi assistenziali tesi alla sicurezza di pazienti e operatori".

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche