×

**Coronavirus: Prot. civile crea portale cremazioni, Sud rischia carenza loculi** (2)

Condividi su Facebook

(Adnkronos) – Di fatto il portale è una 'mappa' degli 83 impianti sparsi lungo lo Stivale in cui, secondo gli ultimi dati aggiornati, nel 2018 sono state cremate 183.146 persone, con una crescita del 7% rispetto all’anno precedente. La cremazione è una scelta che viene compiuta in particolare nel Nord-Ovest (40,7%), poi nel Nord-Est (26,3%), quindi nel Centro (18,7%), nel Sud (11,9%) e ancora poco nelle Isole (2,4%).

In assoluto è la Lombardia la regione con più cremazioni (oltre 39mila), alti i numeri in Emilia Romagna (quasi 24mila) e a sorpresa in Campania (18.666). Il Mezzogiorno con una quantità inferiore di impianti potrebbe trovarsi con il Covid-19 a fare i conti "con la carenza di strutture o di loculi", fa notare qualche esperto.

Le procedure emergenziali, però, sono chiare: in caso di impossibilità di eseguire la cremazione "per saturazione dei crematori", entro tre giorni dal decesso, vi è l'obbligo di tumulazione o inumazione, cioè di essere sepolti con la bara nella nuda terra dei cimiteri.

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.