×

Palermo: tentata estorsione a un ristoratore, arrestato

Condividi su Facebook

Palermo, 15 lug. (Adnkronos) – I Carabinieri della Compagnia di Monreale (Palermo) hanno dato esecuzione ad ordinanza di custodia cautelare in carcere ai danni di P.S., pregiudicato monrealese di 31 anni, responsabile di estorsione aggravata in concorso. Il provvedimento è il frutto di un’articolata attività investigativa condotta sotto la direzione della Procura della Repubblica di Palermo a partire da un episodio verificatosi lo scorso 20 giugno, quando un ristoratore locale ha deciso di rivolgersi ai Carabinieri per denunciare delle condotte estorsive perpetrate ai suoi danni nella stessa sera, quando l’indagato, rivolgendogli gravi minacce, pretendeva di consumare gratuitamente ed in orario di chiusura unitamente ad altri 2 conoscenti; richiesta inizialmente assecondata dal commerciante che per tutta risposta veniva però successivamente aggredito violentemente dall’uomo, gravato da numerosi precedenti penali e di polizia, che lo colpiva con schiaffi al volto prima di lasciare il locale.

Nella mattinata successiva, la vittima, convocata dai Carabinieri, decideva di riferire dettagliatamente dell’estorsione subita, rappresentando di essere stato vittima di analoghi episodi anche in altre circostanze ed in particolare nel 2016 quando l’uomo in più occasioni gli rivolgeva richieste estorsive consistenti in richieste di consumazioni e/o di denaro. Sono state avviate tempestivamente le indagini che consentivano di circoscrivere le responsabilità dell’indagato in ordine a diversi episodi estorsivi.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Azione: domani conferenza stampa Calenda-Richetti
Flash news

Azione: domani conferenza stampa Calenda-Richetti

3 Agosto 2020
Roma, 3 ago. (Adnkronos) - Domani, alle 10, presso la sala stampa della Camera dei deputati, Carlo Calenda e Matteo Richetti di Azione terranno una conferenza stampa per comunicazioni importanti…
Entire Digital Publishing - Learn to read again.