×

Brevetti: Scalfarotto, 'Milano scelta più solida, Italia rischia senza candidatura'

default featured image 3 1200x900 768x576

Milano, 1 set. (Adnkronos) – "Senza nulla togliere a Torino, territorio fondamentale per la nostra economia e che in numerosi settori vanta indubbiamente delle punte di eccellenza assoluta, mi pare di poter affermare che Milano appaia la scelta probabilmente più solida per questo specifico tipo di competizione".

E' quanto sostiene Ivan Scalfarotto, sottosegretario agli Esteri, in un pezzo firmato su Il Sole 24 Ore in vista della partita europea sul Tribunale unificato dei Brevetti.

Milano, "non solo è la città che si è mossa per prima e con maggiore concretezza, avendo presentato da tempo un dossier di candidatura completo ed articolato, ma è anche la sede in grado di mettere sul piatto della bilancia, nel possibile confronto, tutta una serie di quali il numero di brevetti registrati nel territorio, le strutture disponibili e la ricettività, la presenza di multinazionali (in particolare farmaceutiche vista la competenza specifica della divisione di Londra proprio sul settore farmaceutico), i collegamenti terrestri e aerei e la presenza in loco di un ufficio distaccato del Tub", spiega.

"Presentarsi senza avere una candidatura all'appuntamento del 10 settembre, dopo aver avuto a disposizione mesi preziosi per elaborare una linea chiara, ci espone (a mio parere inutilmente) a tutta una serie di rischi. Preso infatti atto dell'impossibilità di un ulteriore rinvio, in assenza di nostre indicazioni chiare, potremmo trovarci alla riunione tecnica di settembre scavalcati da proposte ufficiali di altri Paesi in grado di aprire la strada a vari scenari, nessuno dei quali è favorevole all'Italia.

A quel punto, se il Governo non sarà stato in grado di effettuare una scelta chiara e credibile, il dibattito interno su Milano o Torino rischia di trasformarsi in una irrilevante polemica politica interna della quale altri Paesi finiranno con il beneficiare", conclude Scalfarotto.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora