×

**Sanremo: Botteri, 'abituata a sentire pubblico oltre telecamere, c'è un'Italia che lotta e soffre'**

default featured image 3 1200x900 768x576

Roma, 6 mar. (Adnkronos) – "Io sono stata un'inviata di guerra, una corrispondente sempre vissuta all'estero", e il compito è ricordare "come si può continuare ad amare e vivere assieme a distanza". Lo afferma la giornalista Rai e inviata di guerra Giovanna Botteri, spiegando il senso della sua partecipazione stasera sul palco dell'Ariston alla serata finale della kermesse.

"Lo so che voi soffrite senza avere il pubblico in sala -dice Botteri- Io sono abituata, sto spessissimo da sola, in posti dove c'è solo la telecamera, e mi sono in qualche modo abituata a sentire quello che c'è oltre la telecamera. Io credo che questo Sanremo ci abbia fatto sentire in tutti i modi cosa ci sia oltre la telecamera, oltre quel click che si fa su Raiplay. C'è un'Italia che ci sta guardando, che lotta, che si batte, col cuore che batte insieme al nostro con la voglia di farcela e di uscirne.

Io penso di essere per questo qua stasera", aggiunge.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora