×

Bancarotta: inchiesta Procura Roma, tra beni sequestrati anche sede eCampus

default featured image 3 1200x900 768x576

Roma, 8 mar. (Adnkronos) – C’è anche la sede centrale eCampus, società legata al gruppo Cepu, a Novedrate, provincia di Como, fra i beni sequestrati dai finanzieri del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria questa mattina nell’ambito dell’indagine della Procura di Roma che ha portato all’arresto di Francesco Polidori, fondatore di Cepu, finito ai domiciliari e in cui sono coinvolti 6 soggetti responsabili.

Nell’inchiesta coordinata dal procuratore aggiunto Rodolfo Sabelli, le accuse contestate a vario titolo sono bancarotta fraudolenta, autoriciclaggio e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. E’ di 6 milioni di euro il valore dell’immobile sequestrato.

“Può pervenirsi all’accoglimento della richiesta di sequestro preventivo degli immobili di Novedrate trattandosi di diretto reimpiego del profitto del delitto di bancarotta fraudolenta – scrive il gip Ezio Damizia nell’ordinanza di misura cautelare – Gli immobili sono stati invero acquistati con somme di denaro provenienti dalle distrazioni in danno della fallita Cesd e quindi costituiscono il diretto reimpiego del profitto del delitto di distrazione perché definitivamente entrati nella titolarità della società acquirente mediante le somme di denaro distratte dalla Cesd e impiegate per estinguere il mutuo/finanziamento acceso presso le banche per il loro acquisto”.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora