×

Coronavirus: Conflavoro Pmi, blocco F24 e cassa integrazione

Condividi su Facebook

Roma, 24 feb. (Labitalia) – "Scene da apocalisse, l'economia italiana rischia grosso perché chi di dovere non è stato in grado di fare la massima prevenzione. Ma non è il momento di cedere al panico, bensì quello di intervenire onde evitare disastri nemmeno ipotizzabili per le nostre piccole realtà aziendali. Il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, concretizzi al più presto un fondo salva imprese per limitare i danni economici derivanti dalla contaminazione in corso". Conflavoro Pmi con il presidente nazionale, Roberto Capobianco, chiede al titolare del Mise un incontro immediato a tutela delle micro e piccole imprese.

"In Lombardia e nelle altre regioni colpite dai primi contagi – spiega – alle aziende costrette a rimanere chiuse, il governo ha fatto sapere che potranno avvalersi di cassa integrazione.

Conflavoro Pmi chiede che ogni misura agevolativa possibile sia applicata anche alle imprese più piccole con un piano straordinario da approntare in maniera preventiva. Un piano che comprenda anche gli adeguamenti formativi necessari ai lavoratori. Perché, se del Coronavirus non sappiamo ancora molto, se non che è letale per le persone più deboli, di certo sappiamo che quotidianamente, anche senza l’allarme contagio, le micro e piccole imprese vivono in una situazione di rianimazione e sopravvivenza". "Una crisi come quella attuale – avverte – potrebbe quindi significare la fine per un numero altissimo di queste fondamentali realtà imprenditoriali. Il ministro dello Sviluppo economico non si dimentichi di loro e convochi un tavolo già nella settimana entrante. Collaboriamo insieme a una definizione migliore delle agevolazioni anche fiscali, centrate soprattutto sui comparti poco tutelati già normalmente".

"Oltre alla cassa integrazione ordinaria per le micro e piccole imprese – sottolinea Capobianco – è necessario il blocco degli F24 e tutte le altre misure fiscali necessarie a fronteggiare lo stallo dell’economia.

Che ci sarà e sarà ancora maggiore non appena il Coronavirus dovesse raggiungere anche le altre regioni. Un miliardo non basta, non è sufficiente". "Ed è proprio per questo motivo – afferma – che chiediamo sia predisposto un piano strategico che sostenga nell’immediato piccole imprese e i loro dipendenti e collaboratori. E sono urgenti anche incentivi per i necessari adeguamenti in materia di sicurezza da rischio biologico per i lavoratori". "Questo – aggiunge – è il momento in cui il governo deve dimostrare ai cittadini e al tessuto economico di esserci. Non è tollerabile che le istituzioni si facciano trovare ulteriormente impreparate e si finisca per mettere in quarantena tutte le nostre imprese da Nord a Sud".

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche