×

Sostenibilità: Qaplà fa crescere foresta dell'e-commerce, 15.780 kg di Co2 assorbiti

Condividi su Facebook

Roma, 5 ago. (Adnkronos/Labitalia) – Prosegue l’impegno green di Qapla’, piattaforma che permette ai titolari di un negozio online di monitorare le proprie spedizioni attraverso un unico pannello di controllo e che ogni anno ne traccia oltre 15 milioni. L’azienda, che a gennaio 2020 ha assunto l’impegno di piantare un albero ogni 300.000 spedizioni gestite sulla piattaforma, in questi primi mesi di attività ha piantato 141 alberi tra Kenya, Camerun, Honduras, Guatemala, Haiti.

Grazie all’iniziativa sono stati assorbiti più 15.780 kg di Co2.

La 'foresta Qapla’', che si estende in ben cinque Paesi in tutto il mondo, è riunita in un’unica foresta digitale sulla piattaforma Treedom. Ad ogni albero corrisponde su Treedom una pagina web dove poter conoscere la posizione e le caratteristiche e seguirne la storia e la crescita, attraverso foto e racconti. L’attività sostiene anche i contadini locali che si prendono cura della pianta e dei suoi frutti nel corso degli anni e che, grazie a questi, possono sfamare le proprie famiglie e gli abitanti del paese.

La scelta di Qapla’ è stata anche quella di coinvolgere i propri clienti nell’iniziativa: sono stati messi a disposizioni dei 'pacchetti green' di ricarica di crediti per l’utilizzo della piattaforma, che comprendono uno, due o tre alberi. Gli alberi acquistati dai clienti ricevono il nome dell’e-commerce, che potrà così seguirne la vita grazie a un semplice link. L’iniziativa di Qapla’ ha suscitato l’entusiasmo dei partner e ad oggi sono già quasi 20 gli e-commerce che hanno aderito al progetto, tra questi: Pupa, SodaStream Italia, Bindi Giochi, EasyFarma, Import for Me, Sangiorgio, Bid On Fashion, MammaPack, Euro Point e Olena Green.

Considerati i 15 milioni di spedizioni tracciati ogni anno da Qapla’, l’azienda in soli dodici mesi – e con l’aiuto degli e-commerce partner – può essere in grado di piantare centinaia di alberi, un numero significativo che può contribuire alla riforestazione del pianeta.

“Siamo consapevoli dell’impatto che l’e-commerce ha sulle emissioni atmosferiche, soprattutto per quanto riguarda le spedizioni. Crediamo che l’impegno di tutti possa fare la differenza per ridurre gli impatti negativi ed è proprio per questo che abbiamo scelto di offrire anche ai nostri clienti l’opportunità di popolare la foresta Qapla’ e immettere nuovo ossigeno nell’atmosfera", afferma Roberto Fumarola, Ceo & coFounder di Qapla’.

"Ad oggi siamo entusiasti dei risultati raggiunti ma consapevoli che questi siano solo l’inizio di un lungo percorso green da portare avanti tutti insieme, perché tutti, nel nostro piccolo, possiamo fare la differenza", conclude.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.