×

Fiere: Evoo Trends, a Roma il calendario riparte da olio extravergine di oliva e filiera

Condividi su Facebook

Roma, 25 set. (Labitalia) – Il calendario fieristico di Fiera Roma è ripartito con l’olio extravergine di oliva e la sua filiera. E' stata infatti inaugurata Evoo Trends, la manifestazione dedicata all’oro verde simbolo del Made in Italy e al vasto mondo produttivo che lo rappresenta, primo appuntamento dopo il lungo stop forzato dovuto al Covid.

Organizzata da Fiera Roma e Unaprol, in collaborazione con Fondazione Evoo School e Coldiretti Lazio e con il contributo di Regione Lazio, Camera di Commercio di Roma e Unioncamere Lazio – Evoo Trends riunisce in un simposio digitale l’intera filiera olivicolo-olearia, con l’obiettivo di accrescere la competenza dei professionisti del settore ed educare i consumatori a una scelta consapevole e di qualità, promuovendo il rilancio dell’olivicoltura nazionale: è anteprima dell’expoforum Evoo Expo Roma, vera e propria manifestazione fieristica fisica, in programma a Fiera Roma nel 2022.

“Vogliamo una manifestazione internazionale – ha spiegato il presidente Unaprol e Coldiretti Lazio David Granieri presentando l’iniziativa -, che parli non solo di olio extravergine di oliva, ma anche dell’intera filiera, asset strategico del settore agricolo e agroalimentare. Una realtà che cuba tre miliardi e mezzo di indotto, rappresenta 60 milioni di giornate lavorative, presiede vaste aree difficili del centro-sud del Paese: una crisi del settore implica problemi enormi, anche sociali".

" La nostra fiera sull’olio – ha proseguito Granieri – sarà un punto di riferimento per l’intero comparto, non solo dal punto di vista tecnico, ma anche da quello delle modalità operative, del presidio lavoristico e della situazione internazionale. Noi, che abbiamo insegnato al mondo a fare l’olio, abbiamo quasi il dovere morale di promuovere la conoscenza e la qualità di questo prodotto, offrendo strumenti per accrescere l’eccellenza del comparto, che deve essere considerato leva di sviluppo del Paese e dunque essere protagonista del piano di rilancio”.

Della manifestazione come “occasione per favorire uno scambio di idee ed esperienze tra aziende e buyer, riflettendo su come innovazione tecnica ed agronomica possano rendere più forti e sostenibili le nostre produzioni olearie di qualità” ha parlato l’Assessore allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Ricerca, Start-Up e Innovazione Regione Lazio, Paolo Orneli, sottolineando che “vogliamo ripartire da innovazione, sostenibilità, internazionalizzazione e bellezza – ben rappresentate dalle nostre eccellenze – per far tornare grande il nostro meraviglioso paese”.

Ha sottolineato “l’importanza della formazione per ridare slancio al nostro settore di olivicoltura e olive da tavola” Nicola Di Noia, Direttore Generale Unaprol, spiegando come sia obiettivo primario di Unaprol e Coldiretti supportare i produttori in un costante percorso di aggiornamento e specializzazione, scopo per il quale anche la manifestazione co-organizzata con Fiera Roma può essere uno strumento prezioso.

“Evoo Trends – ha commentato l’Assessore a Agricoltura, Promozione della Filiera e della Cultura del Cibo, Ambiente e Risorse Naturali, Enrica Onorati – è un'iniziativa innovativa e propositiva per la valorizzazione, la conoscenza e la diffusione della cultura olivicola. Le numerose piantagioni di ulivi sono elemento caratterizzante del made in Lazio, sia dal punto di vista dell’economia agricola che della difesa e bellezza del paesaggio. Un patrimonio da promuovere e valorizzare”.

Per Pietro Piccinetti, Amministratore Unico e Direttore Generale di Fiera Roma, il settore fieristico ha "importanza fondamentale per la ripartenza del paese". Piccinetti e ha dato il benvenuto alla manifestazione “con il grande auspicio che questo appuntamento possa costituire un simbolo di ripartenza, non solo per il settore fieristico e olivicolo-oleario, ma per il sistema-paese tutto".

" E che questa rinascita possa partire proprio da Roma, vera capitale del Mediterraneo e del Food mondiale, strategico bacino d’affari al centro dei flussi economici tra il Nord e il Sud, d’Italia e d’Europa, sede non a caso di tutte le tre agenzie dell’ONU che curano il settore, l’Organizzazione per l'Alimentazione e l'Agricoltura delle Nazioni Unite (FAO), il Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) e il World Food Programme (WFP)”, ha concluso Piccinetti.

Un messaggio positivo sulla ripartenza è arrivato anche dal Presidente di Unioncamere Lazio e della Camera di Commercio di Roma, Lorenzo Tagliavanti: "Questa inaugurazione – ha affermato Tagliavant i- è un momento particolarmente felice, perché segna anche la ripresa, seppur con tutte le precauzioni del caso, dell'attività fieristica. Un'ulteriore dimostrazione della forte determinazione degli imprenditori della nostra regione e della loro capacità di contribuire alla ripartenza dell'economia locale. È significativo poi che questo nuovo inizio avvenga all'insegna dell'olio extravergine di oliva, una delle eccellenze agro-alimentari del nostro territorio. Mai come in questi mesi di emergenza – ha concluso Tagliavanti – abbiamo restituito centralità alla tutela della salute, alla quale contribuisce certamente anche l'olio EVO, fulcro della Dieta Mediterranea".

Oggi, 25 settembre, proseguono gli appuntamenti di EVoo Trends a cui è possibile partecipare gratuitamente previa registrazione tramite il sito dell’evento: https://www.evootrends.it/registrazione/. Dalle 10,30 alle 12,30, si tiene il convegno “Strumenti e strategie per il futuro dell’olivicoltura italiana”, nel corso del quale verranno presentati un nuovo progetto formativo Unaprol-Coldiretti, la Rete Italiana Frantoi e le misure di prevenzione anti Covid19 per conferitori, clienti e fornitori in frantoio; dalle ore 14,00 alle ore 15,00 la tavola rotonda “La disciplina sull’Oleoturismo: nuovi percorsi ed opportunità per i produttori olivicoli ed i frantoi”, a cura di Unaprol, in collaborazione con l’Associazione “Città dell’Olio”; dalle ore 16,00 ore 17,00, la presentazione del corso biennale per la formazione di tecnici superiori con specializzazione nel settore olivicolo-oleario “Il nuovo corso ITS per tecnici superiori al servizio della filiera olivicola”.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.