×

Coronavirus: studio Harvard, 'smog legato ad aumento mortalità Covid-19'

Condividi su Facebook

Milano, 10 apr. (Adnkronos Salute) – "Un piccolo aumento dell'esposizione a lungo termine al particolato Pm2.5 porta a un grande aumento del tasso di mortalità da Covid-19". A indicare una correlazione fra inquinamento atmosferico e aumento delle morti per nuovo coronavirus è uno studio condotto da ricercatori dell'università di Harvard negli Usa, non ancora pubblicato e disponibile al momento in versione pre-print.

"Abbiamo osservato – spiegano gli autori – che un aumento di un solo microgrammo/metro cubo nei livelli di Pm2.5 è associato a un aumento del 15% del tasso di mortalità da Covid-19, con un intervallo di confidenza del 95% (5-25%)".

"Gli scienziati del governo degli Stati Uniti – premettono i ricercatori del Dipartimento di biostatistica dell'Harvard T.H. Chan School of Public Heath, Boston, che firmano lo studio – stimano che Covid-19 potrebbe uccidere tra 100.000 e 240.000 americani.

La maggior parte delle condizioni preesistenti che aumentano il rischio di morte per il virus sono legate alle stesse malattie influenzate dall'esposizione a lungo termine al particolato fine". Da qui la decisione del team guidato da Xiao Wu e Rachel C. Nethery, nel quale figura anche la statistica italiana Francesca Dominici, di indagare sulla possibilità che l'esposizione prolungata allo smog potesse avere un impatto sul rischio di morte negli Usa.

Il Pm2.5, analizzando gli studiosi, contiene microsolidi e goccioline di liquidi "così piccoli da poter essere inalati e causare gravi problemi di salute. L'esposizione a lungo termine influisce negativamente sulle vie respiratorie e sul sistema cardiovascolare e può anche esacerbare la gravità dei sintomi dell'infezione Covid-19, e aumentare il rischio di morte nei pazienti Covid". I dati sono stati raccolti in circa 3 mila contee degli Stati Uniti (con il 98% della popolazione coperto) fino al 4 aprile 2020.

E sono stati analizzati i dati sia relativi ai decessi per Covid che quelli relativi agli indicatori utili per fotografare la situazione di ciascuna contea sul particolato Pm,2.5 e l'esposizione dei cittadini.

Lo studio 'Global Burden of Disease', ricordano gli esperti, identifica l'inquinamento atmosferico come un fattore di rischio per la mortalità totale e per malattia cardiovascolare. Si ritiene che lo smog "sia responsabile di 5,5 milioni di morti premature in tutto il mondo all'anno".

I risultati della ricerca su Covid-19 "sottolineano l'importanza di continuare a rafforzare le attuali normative sull'inquinamento atmosferico per proteggere la salute umana sia durante che dopo la crisi Covid-19", concludono gli esperti evidenziando che al contrario a fine marzo negli Usa è stato annunciato un allentamento delle norme ambientali in risposta alla pandemia di coronavirus.

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche

Contents.media