×

EWaste, oltre 146mila t gestite nel 2019 da Remedia

Condividi su Facebook

Roma, 18 feb. (Adnkronos) – Aumenta la raccolta di rifiuti tecnologici: sono 146.019 le tonnellate di rifiuti tecnologici gestite da Remedia, Consorzio nazionale per la gestione eco-sostenibile di tutti i Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (Raee), pile e accumulatori esausti, lo scorso anno, con un incremento del 17% rispetto al 2018 (124.818 tonnellate).

Stando al consuntivo dei primi dati riguardanti l’anno 2019, con 64.000 ritiri per i soli Raee domestici presso oltre 3.000 centri di raccolta sparsi in tutta Italia, Remedia dà il benvenuto a 171 nuovi produttori raggiungendo così oltre 2.300 associati totali.

"Gestire il 34% dei Raee domestici prodotti in Italia rappresenta una responsabilità importante per noi Produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche – ha dichiarato Dario Bisogni, presidente di Consorzio Remedia – Continueremo con determinazione a sostenere l’evoluzione del sistema nazionale di gestione di tali rifiuti per ridurne l’impatto ambientale e creare valore economico grazie alle materie prime ottenute dai processi di riciclo".

"Il nostro lavoro non riguarda solo i Raee domestici. Stiamo infatti conseguendo eccellenti risultati anche nella gestione dei rifiuti tecnologici aziendali e delle batterie, sia portatili che industriali – ha commentato Danilo Bonato, direttore generale di Remedia – Il nostro obiettivo principale è lo sviluppo di filiere di riciclo e valorizzazione dei rifiuti tecnologici ispirate ai principi dell’economia circolare, favorendo così la cultura del riciclo nei cittadini e nelle imprese".

Secondo il bilancio 2019 presentato da Remedia, i Raee domestici, ossia quelli generati dai nuclei familiari, ammontano a 116mila tonnellate (+13,3% rispetto al 2018).

Si segnala poi un aumento del 72,2% nella raccolta di pile e accumulatori esausti, per un totale di 18.751 tonnellate gestite.

Analizzando le 5 differenti categorie di Raee domestici gestite da Remedia, la tendenza rimane costante: il raggruppamento R3 che comprende Tv e monitor registra oltre 38mila tonnellate gestite; un dato potenzialmente in crescita nei prossimi mesi se si considera il passaggio al nuovo digitale terrestre previsto entro il 2022, che porterà numerose famiglie italiane a disfarsi degli apparecchi TV obsoleti per sostituirli con nuovi dispositivi compatibili.

Trend in netta crescita anche per tutte le altre categorie: 36.584 tonnellate raccolte nel raggruppamento R1 (freddo e clima), con un incremento del 26%, e 22.523 nel raggruppamento R2 (i cosiddetti Grandi Bianchi), +24%. Sono invece 18.547 le tonnellate raccolte nel 2019 nel raggruppamento R4 (elettronica di consumo, informatica e piccoli elettrodomestici), che dalle 16.955 dell’anno precedente segnano un aumento di oltre il 9%.

Cifre sensibilmente in crescita invece per il raggruppamento R5, corrispondente alle sorgenti luminose: le 70 tonnellate gestite nel 2018 diventano oggi 152, registrando così un aumento del 117%.

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche

In Italia 2019 terzo anno più caldo dal 1961
Sostenibilità

In Italia 2019 terzo anno più caldo dal 1961

9 Luglio 2020
Roma, 9 lug. (Adnkronos) - Il 2019 si colloca al terzo posto fra gli anni più caldi dal 1961, con un picco di anomalia nel mese di giugno: +4.25°C al…
Blue Deal, transizione energetica punta sul Mediterraneo
Sostenibilità

Blue Deal, transizione energetica punta sul Mediterraneo

9 Luglio 2020
Roma, 9 lug. (Adnkronos) - Al via il progetto europeo ‘Blue Deal’ per portare nei Paesi mediterranei tecnologie e soluzioni su misura per sfruttare l’energia dal mare, con la partecipazione…
Entire Digital Publishing - Learn to read again.