×

Fluorsid, 7 arresti nell’azienda del presidente del Cagliari Calcio: “sono sotto choc”

Condividi su Facebook

Fluorsid stabilimento di proprietà del presidente del Cagliari Calcio Giulini all'interno dle quale è in corso un'operazione della Forestale: 7 arresti

fluorsid
Disastro Fluorsid: sette arresti nell'azienda del presidente del Cagliari Calcio

La Fluorsid è una società chimica italiana fondata poco meno di 50 anni fa, maggior produttore di fluoroderivati inorganici per l’industria dell’alluminio, leader di settore che si trova a Macchiareddu in Sardegna. L’azienda è di proprietà del presidente del Cagliari Calcio Tommaso Giulini.

Da questa mattina è in corso una vasta operazione operato dal nucleo investigativo della Forestale del capoluogo di regione sardo. Disastro ambientale è l’accusa che viene mossa all’azienda. E per questo sono stati arrestati i vertici della società. Complessivamente sono state arrestate sette persone. Di quete cinque sono finite direttamente n carcere mentre due sono agli arresti domiciliari.

Tra le persone che sono state fermate ci sono il direttore dello stabilimento Michele Lavagna, il direttore del settore sicurezza ambiente Sandro Cossu e l’ingegnere Alessio Farci.

La richiesta è stata effettuata dal pubblico ministero Marco Cocco. In cella è finito anche Armando Bollani, titolare di una ditta appaltatrice e due dipendenti. Si tratta di Simone Nonnis e Marcello Pitzalis.

Ai domiciliari è invece finito Giancarlo Lecis della Fluorsid mentre è stato indagato il direttore commerciale della società Fabrizio Caschili. Per tutti l’accusa è di associazione a delinquere in disastro ambientale. Un’area di cinque ettari circa dedita allo stoccaggio posta all’interno dell’azienda è stata quindi sottoposta a sequestro giudiziario.

L’accusa parla di rifiuti tossici speciali che venivano trattati all’interno dello stabilimento e sui terreni di Assemini. Il tutto senza prendere mai alcuna precauzione. Tale operazione aveva portato ad un inquinamento dell’aria e delle falde acquifere. I valori, in certoi casi, venivano superati anche di 3 mila volte quelli normalmente indicati dalla legge.

La situazione peggiore si era verificata ad Assemini (provincia di Cagliari) dove i rifuti tossici venivano sotterrati scriteriatamente senza prendere alcuna precauzione.

Questo quanto scoperto dalle indagini portate avanti dal corpo forestale. Il disastro ambientale è stato dunque scoperto e l’operazione del corpo forestal edello stato è riuscito a venire a capo di una situazione che poteva diventare molto dannosa per la popolazione delle zone limitrofi all’industria stessa,

Sconvolto da questa notizia è il presidente del Cagliari Giulini, che ha detto: “La Fluorsid ha sempre operato nel pieno rispetto della normativa in materia di ambiente, tutela del territorio e sicurezza del personale, ritenendo questi i pilastri che negli ultimi cinquant’anni hanno consentito all’azienda di crescere in Europa e nel mondo, confermando piena fiducia nel personale coinvolto nelle indagini e nel lavoro degli inquirenti“.

Sotto choc lo stesso Giulini. “Ci sono sette persone che considero dei familiari in carcere. È come se avessero messo me in prigione. Non capiamo, non abbiamo avuto assolutamente nessuna avvisaglia. Siamo scioccati, ci siamo svegliati alle 7 con questa cosa inattesa, ci siamo ritrovati decine di macchine della Forestale, con i dipendenti buttati giù dal letto davanti ai bambini e portati a Uta. Spero di poter chiarire e di essere sentito per chiarire“.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.