×

Foggia, mafia: scomparso nipote affiliato clan, si teme un caso di “lupara bianca”

Partite le ricerche di Pasquale Notarangelo, il giovane scomparso da Vieste appartenente ad una famiglia della criminalità organizzata

default featured image 3 1200x900 768x576

Pasquale Notarangelo, di ventisei anni, è scomparso da Vieste, paese in provincia di Foggia. Il giovane è nipote di Angelo Notarangelo, detto “Cintaridd”, boss di Vieste ed elemento di spicco della criminalità organizzata del foggiano. La polizia ha iniziato le ricerche del giovane.

Considerando i contatti del soggetto scomparso e alcuni precedenti relativi alla famiglia, si teme un caso di “lupara bianca”.

A denunciare la scomparsa è stata la moglie del ventiseienne, che ha ricostruito gli spostamenti del marito nelle ultime ore insieme ai carabinieri. Secondo le testimonianze della donna, Pasquale Notarangelo sarebbe uscito di casa la sera del 24 maggio per incontrare degli amici. Da allora però si sono perse le sue tracce.

L’auto utilizzata per gli spostamenti dal giovane di Vieste è stata ritrovata in un parcheggio, ma dell’uomo nessuna traccia.

Lo scorso gennaio, Onofrio Notarangelo, padre di Pasquale, è stato ucciso in strada con 4 colpi d’arma da fuoco. Un agguato che rispondeva, secondo gli inquirenti, ad un omicidio precedente, quello relativo a Vincenzo Vescera. Una resa di conti tra diverse famiglie della criminalità foggiana che avrebbe potuto includere anche il giovane, da tempo affiliato al clan.

Alle ricerche del giovane partecipano carabinieri, protezione civile, vigili del fuoco e squadra speleo alpino fluviale.

Con la locuzione “lupara bianca” si intende un omicidio in ambito mafioso che prevede l’occultamento del cadavere. L’assenza di indizi, i legami tra il giovane e la criminalità, e la mancanza di moventi che potrebbero spiegarne l’allontanamento, costringono gli inquirenti a dover tener conto di questa opzione.

Nell’attesa di ulteriori particolari, continua il lavoro delle forze dell’ordine, occupate nelle indagini e nelle ricerche, che proseguono nella speranza che possa essere smentita l’opzione peggiore.

Seguiranno aggiornamenti nelle prossime ore.

Contents.media
Ultima ora