×

Follia a Napoli: donna non ricambia il saluto del vicino di casa e viene picchiata dall’uomo

A San Gennaro Vesuviano, Napoli, una donna è stata violentemente picchiata dal suo vicino di casa per non aver ricambiato il suo saluto: arrestato l'uomo.

Napoli, 31enne picchia la vicina di casa per un saluto non ricambiato

Attimi di autentica follia quelli vissuti da una donna a San Gennaro Vesuviano, provincia di Napoli, la signora in questione è stata brutalmente picchiata dal suo vicino di casa, per non aver ricambiato il saluto del 31enne dopo averlo incontrato nell’androne del palazzo dove entrambi vivono.

L’uomo è stato arrestato.

Napoli, donna picchiata dal vicino di casa: non aveva ricambiato il suo saluto

Ancora un caso di violenza sulle donne, innescata da una futilissima e assurda motivazione, questa volta la vittima è una donna, che a San Gennaro Vesuviano, comune in provincia di Napoli, è stata brutalmente picchiata dal suo vicino di casa, semplicemente perchè non ha ricambiato il suo saluto nell’androne del palazzo.

Napoli, donna picchiata dal vicino di casa: la dinamica del fatto

Secondo quanto emerso dalla ricostruzione effettuata dai Carabinieri di San Gennaro Vesuviano, in merito alla vicenda della donna picchiata dal vicino di casa per non aver ricambiato il suo saluto, pare che il 31enne protagonista di questa folle vicenda, sia riuscito ad introdursi all’interno dell’abitazione della vittima approfittando del fatto che il portone d’ingresso del palazzo fosse rimasto aperto. Dopo essersi introdotto nell’abitazione, l’uomo avrebbe poi colpito ripetutamente e violentemente la donna, che è stata trovata con il volto completamente tumefatto.

Napoli, donna picchiata dal vicino di casa: il salvifico intervento dei Carabinieri

Salvifico è stato l’intervento dei Carabinieri di San Gennaro Vesuviano all’interno dell’appartamento della donna vittima della follia del suo vicino di casa. Le Forze dell’Ordine prontamente intervenute sul posto, sono riuscite a bloccare l’uomo e ad arrestarlo per lesioni personali e violazione di domicilio.

Il 31enne ucraino dovrà adesso far i conti con la Giustizia per ciò che ha fatto in nome di un presunto “sgarbo” subito dalla donna, vittima di questa vicenda.

La signora è stata prontamente trasportata in ospedale, qui è stata sottoposta a tutti gli accertamenti medici e alle cure necessarie, per le lesioni subite le è stata data una prognosi di 15 giorni.

Contents.media
Ultima ora