Follia nella metro B a Roma: un rapper sequestra il treno
Follia nella metro B a Roma: un rapper sequestra il treno
Cronaca

Follia nella metro B a Roma: un rapper sequestra il treno

Rapper sequestra metro Roma
Rapper sequestra un treno della metro B a Roma

Un rapper è riuscito ad entrare nella cabina di un treno della metro B di Roma per mostrare quanto fosse facile "mettere una bomba".

Attimi di follia nella metro B di Roma. Un rapper è riuscito a disarmare un vigilante e sequestrare un intero treno. L’episodio testimonia l’ennesima falla nel sistema di sicurezza della linea metropolitana romana.

L’incredibile episodio

Il rapper romano Gast, registrato all’anagrafe come Manuel Gastrite, è noto più per le sue polemiche social che per la sua capacità musicale. Lunedì 17 settembre 2018 ha cercato un modo per tornare sulla bocca di tutti e il piano è funzionato alla grande. Il rapper, spalla di Nayz Narcos, è riuscito a sequestrare la cabina di guida di un treno della metro B di Roma. Dopo aver disarmato un vigilante, Gast si è seduto al posto del macchinista e ha finto di guidare il convoglio. Il gesto incredibile e folle è stato testimoniato con un video in diretta sul suo profilo Instagram: 13 interminabili minuti che hanno tenuto incollati allo schermo numerosissimi curiosi.

Il video su Instagram

La diretta video lascia davvero senza parole. Si vede il rapper camminare lungo la banchina, quando all’improvviso prende da dietro una guardia armata e finge di sfilargli la pistola.

L’intento di Gast è quello di dimostrare ai suoi più di 20 mila follower che sulla metro “si potrebbero anche mettere delle bombe”. Dopo poco tempo il rapper entra in una cabina della metro, quella in direzione opposta rispetto la marcia del treno, e afferma: “Vedete? Ogni tanto la lasciano aperta”. Sembra incredibile che Gast sia riuscito ad aprire il portellone senza che nessuno dei passeggeri e del personale di stazione attraverso il sistema di vigilanza delle telecamere si sia accorto di quanto stesse succedendo, ma è così. La diretta non è durata poco (quasi 13 minuti sul percorso che va da Castro Pretorio fino oltre Monti Tiburtini) e in tutto quel tempo nessuno è intervenuto o dato l’allarme.

Il commento di Gast

Ancora in diretta su Instagram il rapper ha affermato: “A me non sembra giusto che tutto ciò si possa fare, però vedete quante persone si sono collegate? Basta che faccio il matto”. Da dentro la cabina del convoglio il rapper ha continuato a farsi beffa del sistema di sicurezza poco efficiente: “Mi hanno preso a lavorare in metro, inizio questa sera. Vi piace questa superdiretta?”.

Alla fine non è successo nulla di pericoloso, ma dobbiamo ringraziare che l’idea sia venuta ad un cantante e non a qualche malintenzionato. Lo show è finito coinvolgendo tutti i passeggeri che increduli hanno visto Gast uscire dalla cabina, entrare nel vagone e poi chiedere i biglietti come fosse un controllore.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche