×

Formula 1, Hamilton protesta contro il divieto di indossare gioielli. Ralf Schumacher lo critica

Continua la protesta dei piloti a seguito della decisione di FIA di non indossare gioielli. Vettel supporta Hamilton. La critica di Ralf Schumacher.

Formula 1 protesta Hamilton

Non si placa la protesta dei piloti di Formula 1 dopo la decisione della FIA di vietare i gioielli durante la corsa per motivi di sicurezza. La reazione probabilmente più combattiva è stata portata dal sette volte campione del mondo Lewis Hamilton che in conferenza stampa si è presentato con indosso ogni tipo di gioiello.

Il pilota ha trovato dalla sua il sostegno di Sebastian Vettel che è arrivato ad affermare che la decisione della federazione sia “specificamente rivolta” al pilota britannico. Immediata la risposta da parte dell’ex pilota, fratello di Michael e zio di Mick Ralf Schumacher.

Formula 1, Hamilton protesta contro la FIA per il divieto di indossare gioielli

Parlando della sua decisione Hamilton è stato dunque molto categorico al riguardo. Riferendosi all’incidente di Grosjean avvenuto nel 2020, il pilota ha comunque sottolineato che tale libertà deve rimanere personale: “Se l’auto prendesse fuoco sarebbe spiacevole ma d’altra parte, in una certa misura, è libertà personale e siamo abbastanza grandi per fare le nostre scelte fuori dall’auto, dovremmo essere abbastanza grandi per fare delle scelte anche all’interno dell’auto […] È quasi come un passo indietro”.

Ralf Schumacher: “La FIA ha ragione”

Nel frattempo Ralf Schumacher a Sky Germania ha dichiarato: “Dovrebbero impegnarsi per la sicurezza. Soprattutto dopo l’incidente di Romain Grosjean, i piloti dovrebbero sapere meglio […] Quando le persone più esperte come Vettel e Hamilton prendono in giro la FIA, penso che sia infantile”.

Quali indumenti devono indossare i piloti?

Cosa può e non può indossare in definitiva un pilota in gara? A fare chiarezza è una nota della stessa FIA: “Guanti, indumenti intimi lunghi, sottocasco, calzettoni e scarpe omologate secondo gli standard richiesti dalla Federazione internazionale e resistenti al fuoco”.

Contents.media
Ultima ora