> > Frana a Ischia, l'ex sindaco: "Era necessario evacuare i cittadini"

Frana a Ischia, l'ex sindaco: "Era necessario evacuare i cittadini"

Soccorritori all'opera ad Ischia

Frana a Ischia, tengono banco ancora le parole inascoltate dell’ex sindaco di Casamicciola in allerta 4 giorni prima: "Era necessario evacuare i cittadini"

“Era necessario evacuare i cittadini”: sulla frana ad Ischia tengono banco ancora le parole inascoltate dell’ex sindaco di Casamicciola Giuseppe Conte.

Lui segnalava da tempo quell’urgenza e le sue parole risuonano nelle ore concitate in cui la Regione dice no alla Calcaterra come Commissario straordinario. L’ex sindaco di Casamicciola Giuseppe Conte era stato chiarissimo e in tempi non sospetti: quattro giorni prima della frana lui avrebbe segnalato a Prefettura e Protezione Civile i rischi per la popolazione di Casamicciola legati al dissesto idrogeologico senza ricevere risposta.

“Era necessario evacuare i cittadini”

Ha detto ai media Conte: “Nel momento che l’isola di Ischia si trova in questa situazione e ci sono degli allarmi, che io ho dato, era necessario che questi cittadini fossero avvertiti, voi di qua ve ne dovete andare perché è pericoloso”. Intanto trapela l’informazione, riportata dall’Ansa, per cui con una lettera inviata a Palazzo Chigi, la Regione Campania avrebbe “espresso parere negativo sulla nomina da parte del Consiglio dei Ministri, di Simonetta Calcaterra a commissario per l’emergenza Casamicciola”. 

Un Dl Ischia in discussione giovedì

Ansa spiega che “fonti della Regione confermano le indiscrezioni di stampa”. Intanto al governo si pensa ad un Dl Ischia in esame giovedì dal Consiglio dei ministri. Fra le misure allo studio per le zone su cui è già stato dichiarato lo stato di emergenza, i comuni di Casamicciola e Lacco Ameno, ci sarebbero anche la sospensione dei tributi fino a fine anno.