×

Francesca Di Gangi presenta il libro “La scrittura riparativa”: “Svelo la funzione curativa della parola”

“Scrivendo riviviamo esperienze vissute: quando riviviamo le ferite e i colpi subiti, iniziamo a guarire da quei colpi e da quelle ferite”, sottolinea.

Francesca Di Gangi libro

La scrittura per riparare il passato, alleviare i dolori, godere meglio del presente e immaginare il futuro: che le parole possano avere una funzione riparativa e terapeutica è confermato dal racconto e dai progetti di Francesca Di Gangi. La scrittura è una medicina dell’anima, prezioso antidoto contro i malanni del cuore.

La soluzione giusta per esternare problemi e difficoltà, prenderne chiara consapevolezza e superarli. Nell’intervista esclusiva Francesca Di Gangi, con il suo spirito appassionato e gentile, ha presentato il suo nuovo libro che si intitola – appunto – “La scrittura riparativa”.

Francesca Di Gangi presenta il metodo della scrittura riparativa

Francesca Di Gangi, siciliana d’origine ma residente a Torino da diversi anni, è una counselor italiana di formazione rogersiana. Da oltre venticinque anni affianca le persone nel prendere confidenza con le proprie emozioni e favorire il loro stare bene con sé stesse e nelle relazioni.

Dal suo rapporto con la scrittura e l’esperienza fatta in prima persona, Francesca ha ideato il metodo della scrittura riparativa. A tal proposito ha dichiarato: “Il mio rapporto con la scrittura nasce da ragazzina, per un desiderio di rivalsa. Negli anni scrivere mi ha salvato la vita, mi ha dato la motivazione per alzarmi dal letto la mattina. Mi dava una prospettiva, mi incitava. Pur essendo già adulta, continuavo ad addebitare ai miei la responsabilità di avermi impedito di volare.

Mi ero ritagliata il ruolo di vittima e mi ci ero crogiolata, non comprendendo ancora che dovessi prendermi la responsabilità della mia vita”.

Passione, attenzione e tanto studio hanno portato Francesca a elaborare il suo metodo e il suo libro è davvero alla portata di tutti. È una scrittura semplice che non ha bisogno di competenze. Non serve saper scrivere “bene”, ma imparare a scrivere per il proprio bene.

Il mezzo è una scrittura che genera un processo di guarigione, perché permette alla persona di ristabilire uno stato di armonia con sé stessa e il suo ambiente. Lo ha spiegato la stessa autrice: “La scrittura che propongo resta nel silenzio. A differenza della scrittura narrativa, è una scrittura che non nasce per farsi leggere, perché la sua azione curativa e riparativa è già nel processo stesso dello scrivere e far leggere quanto si è scritto non aggiungerebbe niente, anzi limiterebbe la potenza della scrittura. La scrittura riparativa è una scrittura che raggiunge il proprio obiettivo rimanendo nel segreto. È una scrittura a cui ci avviciniamo per prenderci cura di noi stessi, che per funzionare ha bisogno di essere protetta dallo sguardo di altri e di rimanere nel silenzio delle pagine su cui è depositata. Che ci fa rivivere emozioni e ci mette in grado di distaccarcene”.

Francesca Di Gangi libro

“C’è il foglio, davanti a noi, pronto ad accogliere tutto. Aspetta soltanto le nostre parole. È in quel momento, quando riviviamo esperienze vissute e anzi diamo loro nuova luce e nuova forza, quando riviviamo le ferite e i colpi subiti, che iniziamo a guarire da quei colpi e da quelle ferite. È questa la scrittura che ripara e guarisce, la scrittura che ci permette di mettere fuori di noi il trauma e il dolore”, sottolinea Francesca Di Gangi.

La scrittura riparativa è per tutti, per chi ha desiderio di prendersi cura di sé, per chi vuole indagare il proprio passato per curarlo, per buttare fuori quello che ancora fa male.

Francesca Di Gangi libro

Francesca Di Gangi racconta il suo nuovo libro, “La scrittura riparativa”

“Un giorno mi sono chiesta cosa mi piacesse fare. Stare in aula con gli adulti e scrivere. Così è nata l’idea. Quando poi ho iniziato a insegnare la scrittura del memoir all’Università Popolare di Torino, mi sono resa conto che io stessa non ne avevo ancora scritto uno. È stato così che ho iniziato a scriverlo. Ci sono voluti due anni di lacrime, sudore, sangue e nove stesure, prima che mi rendessi conto che, poco per volta, scrivendo avevo guarito il mio passato. La scrittura riparativa è nata così: da un’idea e un bisogno. Ho cominciato a organizzare i laboratori, dapprima sperimentando per capire se funzionassero. Le persone stavano meglio, confermandomi che il metodo funzionava”. È così che Francesca Di Gangi ha dato inizio a un mestiere profondo e speciale, ricco e complesso, ma che regala anche grandi soddisfazioni.

Francesca Di Gangi libro

Da un percorso intrapreso in prima persona nasce il suo nuovo libro. A tal proposito, l’autrice ha dichiarato: “Nasce dall’incontro tra la mia storia personale e professionale. Ho sempre coltivato l’amore per la scrittura, che a un certo punto si è rivelata una condanna. Volevo scrivere narrativa, ma quando l’ho messa da parte e ho iniziato a scrivere di me ho guarito tutto ciò che neppure la psicoterapia ha guarito. Mi sono resa conto che scrivere di sé funziona. Nasce così l’idea della scrittura riparativa”.

Dopo aver capito il valore salvifico della parola, ho instaurato un amore profondo con la scrittura, la quale sa darmi sempre molta forza e l’incoraggiamento per affrontare le giornate e le difficoltà quotidiane. Sono grata alla scrittura”.

Quindi ha sottolineato: “Spesso abbiamo un rapporto conflittuale con la scrittura. Si ha timore, perché è associata ai temi di scuola. I miei laboratori, invece, sono assolutamente liberi: le persone che li frequentano basta che abbiano la quinta elementare. È sufficiente carta e penna per scrivere tutto quello che viene ed esternare tutto ciò che passa dentro la mente. Basta scrivere per guarire“.

Contents.media
Ultima ora