×

Francia, la Chiesa vende immobili per risarcire le vittime di pedofilia

La Chiesa francese metterà in vendita alcuni immbili per risarcire le vittime di pedofilia.

chiesa

La Chiesa francese metterà in vendita alcuni immobili per risarcire le vittime dei preti pedofili. Ad annunciarlo è stato monsignor Eric De Moulins-Beaufort, presidente del Cef (Conferenza episcopale francese). Monsignor de Moulins-Beaufort lo ha dichiarato alla conclusione dell’assemblea plenaria, che si è svolta a Lourdes. 

Chiesa francese vende immobili: il fondo per risarcire le vittime di pedofilia

Monsignor Eric De Moulins-Beaufort aveva già in passato annunciato l’intenzione di creare un fondo per risarcire le vittime di pedofilia. Il fondo in questione, adesso, sarà ulteriormente rafforzato “dalla vendita di beni immobiliari di proprietà della Conferenza episcopale di Francia e delle diocesi”. 

Chiesa francese vende immobili: i vescovi chiedono aiuto a Papa Francesco

Monsignor Eric de Moulins-Beaufort ha riferito che i vescovi hanno chiesto aiuto a Papa Francesco affinché invii “qualcuno di cui si fida” per “esaminare il modo” in cui il clero ha trattato le vittime di pedofilia.

Si è da poco svolta l’assemblea plenaria del Cef a Lourdes. L’evento ha visto la partecipazione di 120 prelati. De Moulins-Beaufort ha precisato come le decisioni maturate nel corso degli incontri simboleggiano un passo importante e decisivo. 

Chiesa francese vende immobili: le intenzioni del presidente Cef 

Monsignor Eric de Moulins-Beaufort ha si è così espresso sulla decisione di aiutare le vittime dei preti pedofili: “Abbiamo deciso insieme di chiedere al Papa, visto che siamo stati nominati da lui, di venirci in aiuto inviando qualcuno di sua fiducia per esaminare con noi il modo in cui abbiamo trattato e stiamo trattando le vittime e i loro aggressori” e inoltre: “Trasmetteremo al Santo Padre, dopo averci lavorato un po’, le raccomandazioni del Ciase, che riguardano la Chiesa universale, in particolare per quanto riguarda il diritto canonico”.

Contents.media
Ultima ora